A Bellaria la biblioteca Panzini riapre le sale studio con prenotazione e accessi limitati

Sarà consentita la presenza di un utente per tavolo e con uso della mascherina e sanificazione delle mani nell'atrio della biblioteca

La Biblioteca Comunale Alfredo Panzini riapre, a partire da lunedì 29 giugno, delle sale studio poste al primo piano: un servizio prezioso per l’utenza, che verrà offerto in massima sicurezza. A tal fine, l'accesso sarà consentito a numero limitato di utenti (10 postazioni) ed esclusivamente su prenotazione. 
 
Le prenotazioni dovranno essere inoltrate via mail o via telefonica (biblioteca@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - 0541 343889/893) dalle 9.30 alle 13.00 del giorno precedente. In particolare, sarà consentita la presenza di un utente per tavolo e nel rispetto delle norme vigenti, come uso della mascherina e sanificazione delle mani nell'atrio della biblioteca. Non sarò permesso il ritorno al tavolo una volta lasciata la biblioteca e non sarà permesso il ricambio; le sale studio saranno accessibili dalle 10 alle 14, mentre il servizio di prestito sarà attivo dalle 9.30 alle 14.30 (da lunedì al sabato). 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Scontro frontale tra due auto, 6 feriti. Mamma e figlia di 5 anni gravi al "Bufalini"

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Coronavirus, 7 nuovi casi nel riminese: quattro rientrati dall'estero

Torna su
RiminiToday è in caricamento