Diritto alla città: giornata internazionale delle persone con disabilità

Giornata Internazionale delle persone con disabilità.Come per tutti i cittadini anche i disabili hanno il diritto di poter "vivere" la propria città.E' prossima la Giornata delle Nazioni Unite dedicata alle persone con disabilità, che dal 1992 è osservata ogni anno e in tutto il mondo il 3 dicembre. Il tema di quest'anno è - Dare potere decisionale alle persone con disabilità e garantire l’inclusione e l’uguaglianza a mente di quanto previsto nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.- Agenda 2030 che attribuisce grande importanza alle questioni legate all'urbanizzazione sostenibile.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

"Diritto alla città" - Giornata Internazionale delle persone con disabilità. Come per tutti i cittadini anche i disabili hanno il diritto di poter "vivere" la propria città. E' prossima la Giornata delle Nazioni Unite dedicata alle persone con disabilità, che dal 1992 è osservata ogni anno e in tutto il mondo il 3 dicembre. Il tema di quest'anno è - Dare potere decisionale alle persone con disabilità e garantire l’inclusione e l’uguaglianza a mente di quanto previsto nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.- Agenda 2030 che attribuisce grande importanza alle questioni legate all'urbanizzazione sostenibile. Anmic, associazione nazionale mutilati invalidi civili, in particolare, vuole evidenziare il "diritto alla città" secondo una visione condivisa di una città per tutti i cui abitanti possano goderne e produrre insediamenti umani equi, sicuri, salubri, accessibili, resilienti e sostenibili.

"E' importante riconoscere anche a livello locale per tramite delle Amministrazioni comunali, l'importanza dell'adozione di un approccio smart-city che sfrutta le opportunità offerte dalla digitalizzazione, energia pulita e tecnologie, nonché di trasporti innovativi e tecnologie all'avanguardia, per offrire così agli abitanti la possibilità di compiere scelte più rispettose dell'ambiente e promuovere una crescita economica sostenibile e consentire alle città di migliorare l'erogazione dei servizi. Che sia possibile ed attuabile è stato dimostrato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite che ha lanciato recentemente un primo Rapporto che fornisce una base di prove per l'inclusione di politiche inclusiva, implementazione, monitoraggio e valutazione di un'agenda di sviluppo globale inclusiva, accessibile e sostenibile. Un ambizioso piano di azione della comunità internazionale verso un mondo pacifico e prospero, in cui la dignità di una persona individuale e l'uguaglianza tra tutti è applicata come principio fondamentale, che tratta trasversalmente tre pilastri dell'impegno delle Nazioni Unite: sviluppo, diritti umani, pace e sicurezza. Tale impegno intende non lasciare indietro nessuno e riconosce fondamentale garantire la piena ed equa partecipazione anche delle persone con disabilità in tutte le sfere della società progettando e creando ambienti favorevoli da parte di, per e con persone con disabilità. Anmic Rimini ha realizzato uno spot relativo alla giornata del 3 dicembre e pubblicato sui maggiori social, in cui evidenzia appunto le difficoltà che una persona con disabilità incontra oggi nelle nostre città non pensate per tutti. L'auspicio è che tutto ciò possa rappresentare un'occasione per pensare anche a questi aspetti nel momento in cui si va a progettare, gestire e vivere le nostre città della provincia di Rimini.

Torna su
RiminiToday è in caricamento