Il teatro della Regina apre agli abbonamenti: grandi nomi della scena tra prosa, musica e danza

Novità in arrivo: doppia serata per gli spettacoli di Filippo Timi e Alessio Boni. A inaugurare la prosa Leo Gullotta con un classico di Pirandello

Il ritorno di Leo Gullotta; l’inedito Shakespeare interpretato da Ale e Franz in Romeo&Giulietta. Nati sotto contraria stella con la regia di Leo Muscato; la prima assoluta di Iaia Forte, accolta in residenza al Salone Snaporaz – come ormai da consolidata tradizione per la città – per la messa a punto del debutto di Interno familiare tratto dal capolavoro di Anna Maria Ortese; la voce dolce e profonda di Mariama dalla Sierra Leone, che presenta - a pochissimi giorni dall’uscita - il nuovo album Love, Sweat and Tears, unica data in Romagna e ultima in Italia. I teatri di Cattolica sono pronti ad accogliere la nuova stagione (www.teatrodellaregina.it) con tutte le carte in regola per soddisfare le aspettative del pubblico, dopo l’importante risultato ottenuto nella scorsa programmazione che ha realizzato il sold out in tutte le date. Da lunedì 23 settembre parte con i rinnovi la campagna abbonamenti e il cartellone teatrale 2019-2020 annuncia subito un’importante novità: il raddoppio di due date di prosa che vedranno protagonisti Alessio Boni e Filippo Timi, una risposta al gradimento sempre crescente che negli anni recenti ha premiato le scelte della direzione artistica, improntate al criterio della qualità. Un risultato che si realizza grazie alla collaborazione tra l’Ufficio Cinema Teatro del Comune di Cattolica e il Circuito Multidisciplinare ATER – Associazione Teatrale Emilia Romagna.

Gli appuntamenti in programma dal 25 ottobre al 16 aprile, alternati tra il palcoscenico del Teatro della Regina e del Salone Snaporaz, sono 22 di cui 10 di prosa, 5 di musica, 4 di danza e 3 di comico. Sarà Leo Gullotta ad aprire la rassegna di PROSA il 15 novembre con Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello, un testo di condanna di una società becera e ciarliera, adusa alla calunnia, al dissacro e al bigottismo, in cui tutti gli assiomi e i ragionamenti pirandelliani si mostrano più che mai attuali. Con l’appuntamento del 5 dicembre, in replica il 6, Filippo Timi presenterà Skianto, in cui l’attore ed autore racconta la storia, con elementi autobiografici, di un bambino diversamente abile che non corrisponde alla creatura che i genitori si erano immaginata al momento del concepimento. Alla Locandiera Amanda Sandrelli è affidato il primo appuntamento del 2020, in calendario il 9 gennaio, mentre il 28 e il 29 gennaio Alessio Boni e Serra Yilmaz porteranno a Cattolica il Don Chisciotte di Francesco Niccolini, adattamento liberamente ispirato al romanzo di Miguel de Cervantes Saavedra. Il 4 marzo Ale e Franz interpretano un inedito Shakespeare in Romeo&Giulietta. Nati sotto contraria stella, spettacolo “di soli uomini” con la regia di Leo Muscato, in cui gli attori maschi interpretano anche i personaggi femminili cercando di dare vita, involontariamente comici, al più autentico spirito elisabettiano. Chiusura in grande stile per il cartellone della prosa giovedì 26 marzo con Così parlò Bellavista, prodotto da Alessandro Siani e Sonia Mormone. Un omaggio più che mai attuale a Luciano De Crescenzo, scrittore, filosofo, poliedrico letterato napoletano recentemente scomparso, padre del romanzo da cui fu tratto il film Così parlò Bellavista, qui adattato per il teatro da Geppy Gleijeses, in scena con Marisa Laurito e uno straordinario cast di attori napoletani.

Il 12 dicembre il cartellone della DANZA si apre con Cenerentola, balletto in due atti su musiche di Gioachino Rossini. Già vincitrice del Gold Critics Award (2007) e del Premio Bucchi (2011), la straordinaria versione coreografica del Balletto di Milano firmata da Giorgio Madia è ispirata alla celebre fiaba di Charles Perrault a cui resta fedele, ma è ambientata negli anni cinquanta con i clichés di ruoli e opportunità che si rifanno al prosperoso periodo postbellico. Il 15 febbraio la Mm Contemporary Dance Company porta in scena Carmen e Bolero, rivisitazione di due celeberrime opere musicali nell’interpretazione di due coreografi italiani, Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie, e Michele Merola, direttore artistico della compagnia.

Immancabili gli appuntamenti con il COMICO. Il 7 febbraio 2020 arrivano dalla Spagna gli Yllana con PaGAGnini, un “dis-concerto” che passa in rassegna alcuni dei momenti più alti nella storia della musica classica combinati in maniera ingegnosa alla musica pop.  L’elegante e virtuosa interpretazione dei quattro eccezionali musicisti in scena proporrò, tra una risata e l’altra, le arie più famose di Mozart, Vivaldi e Paganini, improvvisazioni di flamenco, rock e pop fino ad arrivare agli U2. Il 14 marzo con la Sagra famiglia torna al Regina Paolo Cevoli a raccontare la sua storia personale di padre e di figlio paragonata a Edipo, Ulisse, Achille, Enea e compagnia bella, fino ad arrivare a San Giuseppe, Maria e Gesù Bambino. Il 4 aprile Alessandro Fullin proporrà Suore nella tempesta, avventura di un gruppo di suore che tentano di attraversare la tempesta del fascismo che approda a Torino nel 1944.

Nel cartellone della MUSICA spicca il 18 gennaio 2020 Fuochi sulla collina, un incontro-spettacolo dedicato ad Ivan Graziani, concepito dal figlio Filippo con il giornalista Andrea Scanzi, che a teatro ha già portato con successo Giorgio Gaber e Fabrizio De André.

Due le proposte musicali fuori abbonamento: sabato 9 novembre Flow. La mente latente, coinvolgenti racconti del medico conduttore Michele Cassetta insieme al grande Gene Gnocchi, accompagnati dalle musiche originali di Gianluca Petrella, per riflettere su come il nostro destino dipenda anche da noi; sabato 14 dicembre Queenmania Rhapsody, per rivivere la favola di Freddie Mercury grazie alla Queen tribute band più acclamata d’Europa, con un contributo video straordinario di Katia Ricciarelli e la regia di Daniele Sala.
Il Salone Snaporaz aprirà la stagione cattolichina in MUSICA con un appuntamento internazionale: il 25 ottobre dalla Sierra Leone arriva la voce dolce e profonda di Mariama, accompagnata da Serge Ananou e Georges Dieme, per presentare il nuovo album Love, Sweat and Tears, in uscita il 20 settembre. Di analogo respiro internazionale la seconda proposta, il 20 febbraio, un concerto che vede insieme due grandi artisti: la pianista e cantante brasiliana Clarice Assad e il più grande trombettista italiano Fabrizio Bosso.

Per la PROSA martedì 26 novembre Silvio Castiglioni firma l’adattamento e interpreta una storia piena di mistero e consolazione tratta dal libro di Antonio Moresco La Lucina, con accompagnamento musicale dal vivo. Martedì 10 dicembre per il progetto Teatro e Salute mentale della Regione Emilia Romagna la Compagnia il Dirigibile porterà in scena I figli sono figli! tratto da Filomena Marturano di Eduardo De Filippo.  Ancora un grande autore qual è Luigi Pirandello sarà presente il 23 gennaio con Per la ragione degli altri. Un tradimento di Pirandello, riscrittura sul tema della famiglia e del tradimento di Michele Di Giacomo e Riccardo Spagnulo. Giovedì 16 aprile una prima assoluta con la voce di Iaia Forte e il sax Javier Girotto che interpreteranno in parole e musica Interno familiare, dal capolavoro di Anna Maria Ortese Il mare non bagna Napoli.
Doppia proposta per la DANZA con Marco Chenevier protagonista martedì 11 febbraio del pluripremiato Quintetto e martedì 24 marzo con Marco D’Agostin in First Love, performance ispirata alla più celebre gara della campionessa piemontese di sci di fondo Stefania Belmondo, la 15 km a tecnica libera delle Olimpiadi di Salt Lake City 2002, che le procurò l’oro al termine di una formidabile rimonta.

“Il Comune di Cattolica è orgoglioso di proporre ancora una volta una stagione teatrale ricca, intensa, varia – afferma il Sindaco di Cattolica Mariano Gennari -  Quest’anno i nostri teatri propongono oltre a ben cinque proposte di musica,  anche nomi di punta della comicità italiana e della danza e una rassegna  di prosa che sa essere accattivante senza cedere nei contenuti - penso a Così parlò Bellavista con Maurisa Laurito, al Don Chisciotte di Alessio Boni, al Pirandello portato in scena sia da un veterano come Leo Gullotta che dai giovani Di Giacomo e Spagnulo e sarà interessante vederne le diverse letture”. “A teatro, come al cinema o immersi nella lettura di un romanzo incontriamo storie, ascoltiamo poesie, musica, ci appassioniamo. È ciò che avviene quando s'intraprende un viaggio, vero o interiore poco importa: investire in cultura significa investire nello sviluppo e avere la certezza di un ritorno, sotto moltissimi punti di vista, per l’intera comunità”.  Conclude l' Assessore alla Cultura Valeria Antonioli. “La partenza di una nuova stagione è sempre un momento molto intenso e ricco di tante emozioni” - dichiara il Direttore dei teatri Simonetta Salvetti - da una parte l'aspettativa della conferma da parte del pubblico per le scelte operate, dall'altra la consapevolezza e la soddisfazione per una proposta realizzata per andare incontro ai desideri di ogni tipo di spettatore. Gli importanti risultati della passata stagione mi rendono molto orgogliosa, in particolare, tra questi, la crescita della partecipazione degli studenti e l'espansione del progetto Teatro no limits che porta l’audiodescrizione a teatro e consente anche alle persone non vedenti e ipovedenti di apprezzare le meraviglie di quest'arte. La nuova stagione vedrà nuovamente tutti gli spettacoli della Prosa audiodescritti: il nostro è stato uno dei primi teatri a credere ed aderire all'iniziativa quattro anni fa, da allora, grazie al nostro esempio, il progetto è decollato e quest'anno 15 teatri nella nostra regione vi parteciperanno”.

“ATER, Associazione Teatrale Emilia Romagna – dichiara la Presidente Ilenia Malavasi - è molto lieta di rinnovare anche per quest’anno la collaborazione con l’Amministrazione comunale di Cattolica per la gestione del cartellone del Teatro della Regina e del Salone Snaporaz. La scorsa stagione è stata un grande successo, con un numero di presenze in continua crescita, anche grazie alla varietà degli spettacoli in cartellone, che sicuramente hanno incontrato il favore di un pubblico sempre più appassionato ed attento ai linguaggi della contemporaneità, senza dimenticare il teatro classico. Confidiamo che i titoli proposti per questa nuova Stagione 2019-2020 sapranno sollecitare gli spettatori, fornendo loro anche spunti di riflessione sul mondo complesso in cui viviamo. Ringrazio l’Amministrazione per il cammino fatto insieme in questi anni, per aver condiviso la scelta di un teatro multidisciplinare, di grande qualità, che quest’anno, per la prima volta, raddoppia le date di due spettacoli di prosa. Un segnale importante per rispondere ai bisogni di un territorio attento e di una Amministrazione comunale che investe in cultura come fattore di crescita di una comunità”.

Grazie alla rinnovata collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì, anche per la stagione 2019-2020 si attiva il progetto TEATRO NO LIMITS che garantisce l’accessibilità a tutti gli spettacoli della PROSA in cartellone al Teatro della Regina da parte degli spettatori non vedenti e ipovedenti, grazie a supporti audio descrittivi. L’audiodescrizione consiste nel dotare gli spettatori di cuffie wireless, collegate alla sala regia. Qui, un lettore professionista li “guiderà” lungo lo sviluppo narrativo dello spettacolo, per rendere “visibili” tutti quei particolari silenziosi, componenti fondamentali di qualunque opera teatrale.
La campagna abbonamenti prende il via il 23 settembre con i rinnovi, la sottoscrizione dei nuovi abbonamenti si svolgerà dal 4 al 15 ottobre. La prevendita dei biglietti per tutti gli spettacoli del cartellone avrà inizio il 18 ottobre.
Per informazioni contattare il numero 0541/966778. Inizio spettacoli ore 21.15

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Santarcangelo piange la scomparsa della giovane mamma falciata dal suv

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Bisarca tamponata in A14 "perde" un veicolo che trasportava

Torna su
RiminiToday è in caricamento