Leonardo premia il "robot Da Vinci"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Continuano i lavori dell’International Committee Leonardo da Vinci per commemorare i 500 anni del genio. Il 29 maggio scorso si è tenuto presso il Palacongressi di Rimini l’evento di premiazione internazionale Leonardo The Immortal Light per la Sezione Ricerca Medica. Sono stati premiati otto medici provenienti da tutto il mondo che compiono operazioni di chirurgia robotica con l’ausilio del robot Da Vinci. Sono stati premiati il Dott. Se-Heon Kim, Dott.Eun Chang Choi e il Dott.Yoon Woo Koh dalla Corea, dal Belgio Dott. George Lawson, dagli USA il Dott.Chris Holsinger e il Dott. Scott Magnuson, dall’Italia il Dott. Filippo Montevecchi.Il premio Internazionale è stato consegnato al Prof.Claudio Vicini e simbolicamente al Robot Da Vinci. Il robot Da Vinci e la chirurgia robotica in Italia si sono diffusi notevolmente in questi anni. L’Italia insieme a Stati Uniti, Francia, Germania e Spagna è tra i paesi in cui fino a oggi si è fatto più ricorso. Il comitato internazionale fa della promozione verso la ricerca e la cultura lo scopo principale del progetto. All’evento di premiazione internazionale hanno partecipato i membri del comitato l’Artista Andrea da Montefeltro che ha creato i premi per le celebrazioni internazionali e la studiosa Leonardiana Annalisa Di Maria con il suo recente successo sulla scoperta compiuta sul dipinto della Monnalisa. La presenza dell’attore Renato Carafa della Filodrammatica Lele Marini nei panni di Leonardo. In occasione dei 500 anni della morte del genio l’ International Committee ha lanciato una campagna filantropica internazionale di grande rilievo e significato sociale. L’idea nasce dalla creazione di una linea di capi di abbigliamento commemorativi per le celebrazioni che possano essere distribuiti per finanziare, con il loro ricavato, una raccolta fondi da destinare a eventi culturali, borse di studio e/o dottorati di ricerca per giovani studiosi nei vari settori in cui si è espresso il genio leonardiano: le arti, la scienza, l’ingegneria, le invenzioni. A sostegno dell’iniziativa e proprio per il suo valore socio/culturale è iniziata anche la partecipazione di molti Testimonials. L’occasione vedrà il patrocinio del Lions Club Rimini- Riccione Host. Tantissimi gli eventi che si susseguiranno in Italia e all’estero fino a maggio 2020 attraverso la presenza di molte realtà artistiche di ricerca,poli museali e centri per l’unesco.

Torna su
RiminiToday è in caricamento