Il Galli festeggia il primo compleanno con la città: porte aperte per una lunga giornata evento

Dodici mesi di emozioni e grandi ospiti con 50mila presenze e 200 spettacoli. "La luna di miele funziona, il Galli ha carisma, non solo per riminesi e turisti, anche per gli addetti ai lavori"

Il 28 ottobre dello scorso anno Rimini visse un momento magico con la riapertura dopo 75 anni del teatro Galli, distrutto dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. E un anno dopo, il primo compleanno sarà festeggiato domenica 27 ottobre con un sorta di open day, con concerti e l'immancabile brindisi. "Siamo tutti un po' testimoni di cosa rappresenta questa rinascita", spiega alla stampa l'assessore alla Cultura, Giampiero Piscaglia: i riminesi, dopo un primo periodo, "non se ne sono mai disinteressati". Certo, ricostruisce, negli anni '80 la discussione era "sterile e ingenua, più un derby che concentrata sui contenuti. Ma se ne discuteva con passione". Poi è partita "la lunga attesa fatta vivere ai riminesi, il primo teatro 'instabile' d'Italia, il teatro del frattempo", con le prime perfomance sulle macerie, come il Capodanno con la cantante Skin al dj-set. D'altronde l'architetto "Poletti aveva preteso spazi grandi fuori dalla sala, usati come spazi parateatrali da molti anni": per mostre, come sede del Consiglio comunale, per i concerti della domenica. Infine l'inaugurazione con Cecilia Bartoli e poi i grandi nomi: da Roberto Bolle a Luca Carboni, fino al maestro Riccardo Muti. Tra prosa, lirica e Sagra Malatestiana sono state circa 200 le serate, a cui si devono aggiungere quelle delle manifestazioni diverse, e circa 50.000 gli spettatori in sala. Mentre 13.00 persone hanno seguito il consiglio del Time, il Galli uno dei 100 luoghi da visitare, e partecipato alle visite guidate. Insomma, ribadisce Piscaglia, "il primo anno di vita è stato molto importante, anche per i contenuti. La luna di miele funziona, il Galli ha carisma, non solo per riminesi e turisti, anche per gli addetti ai lavori".
Quasi ogni giorno infatti arriva un ospite a sorpresa, l'ultimo l'attrice Isabella Ferrari. E dato che in molti non l'hanno ancora visto, ecco la decisione di aprirlo per il primo compleanno fino alle 23, con visite guidate gratuite fino alle 14, i concerti dei ragazzi del Lettimi e della Mondaino young orchestra, la proiezione in loop di un documentario sul primo anno e il brindisi delle 19. Intanto si guarda al futuro, ben consci che il sistema pubblico arriva al massimo a coprire il 30% delle spese, ma anche che gli spettacoli sono quasi sempre sold out, con posti riservati anche in platea per i giovani. Sul fronte della lirica, per esempio, si punta al bollino del ministero come teatro di tradizione e il Galli già siede al tavolo dei sei che in regione lo sono. In programma ci sono la Norma per la regia di Cristina Muti e Elisi d'Amore di Donizzetti per i giovani dai sei ai 13 anni all'interno del Progetto Opera Domani. Il 2020 sara' poi l'anniversario della nascita di Federico Fellini e al maestro sara' dedicato qualche evento in campo teatrale e musicale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte Agenzia DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Lavoratori edili in stop forzato, imprese in prima linea per affrontare l'emergenza

  • Mascherine gratuite, ecco la mappa della distribuzione

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

Torna su
RiminiToday è in caricamento