Al Supercinema crescono spettatori e proiezioni

L'assessore Pamela Fussi: "La sala si conferma sempre più un presidio culturale e punto di riferimento per Santarcangelo e per l'intera Valmarecchia

Duecento film, 810 proiezioni e un numero di spettatori in continua crescita. Trend decisamente positivo anche nel 2019 per il Teatro Supercinema, sala d’Essai riconosciuta dal Mibac, dallo scorso anno entrata ufficialmente in Europa Cinemas/Creative Media Sub-Programme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In attività da gennaio a giugno e da settembre a dicembre, sette giorni su sette, il Supercinema registra infatti una costante crescita di spettatori: 22.205 nel 2017, 22.950 nel 2018 e 24.551 nei dodici mesi appena trascorsi, con un aumento in termini percentuali del 10,56 per cento negli ultimi due anni. Un riscontro reso possibile grazie a una programmazione che punta alla qualità nonché alla varietà delle proposte: dalle prime visioni, ai film vincitori di festival e rassegne, alle pellicole classiche restaurate dalla Cineteca di Bologna, senza dimenticare l’attenzione al cinema italiano. Numerose poi le adesioni alle rassegne come Cinema Restaurato, Accadde Domani, Doc in tour e Riusciranno i nostri eroi, in collaborazione con Cineteca di Bologna e Fice Emilia-Romagna. Fra i film più visti, invece, spiccano La favorita, The Irishman, Joker, Pinocchio e La Dea Fortuna.
 
“Grazie alla gestione accorta dell’associazione Dogville – afferma la vice sindaca e assessora alla cultura Pamela Fussi – il Supercinema si conferma sempre più un presidio culturale e punto di riferimento non solo per Santarcangelo ma anche per l’intera Valmarecchia. Questo è il risultato di una programmazione di qualità che spazia dai documentari ai film di animazione per famiglie, dalle proiezioni per le scuole a quelle riservate a neo-mamme e i loro bebè, dalle pellicole acclamate dalla critica ai grandi classici della cinematografia riproposti in lingua originale. Una programmazione, insomma, che non solo incontra gusti ed esigenze diverse ma che ha permesso al nostro cinema di inserirsi nei migliori circuiti e aderire a numerose rassegne cinematografiche”.
 
"Europa Cinemas è nata nel 1992, grazie al supporto della Commissione Europea (Creative Europe / MEDIA Programme) e del CNC (Centro Nazionale di Cinematografia) francese. Europa Cinemas è divenuto il primo network di sale cinematografiche che programmano principalmente opere europee. Il network fornisce un sostegno operativo e finanziario ai cinema che si impegnano a programmare un numero significativo di film europei non-nazionali e ad organizzare attività promozionali relative a film europei per un pubblico giovane. La rete comprende, ad oggi, 977 cinema con 2990 schermi, distribuiti in 596 città in 43 paesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Il ministro dell'Istruzione: "L'anno scolastico sarà valido"

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Giornata da dimenticare per il territorio: +116 malati e 7 decessi

Torna su
RiminiToday è in caricamento