Prosegue il viaggio dell’info-point itinerante per la promozione della raccolta dell’olio alimentare

Verucchio e Bellaria-Igea Marina le prossime tappe della campagna di sensibilizzazione per informare i cittadini su come conferire l'olio alimentare esausto. La multiutility potenzia il servizio e consegna al territorio 50 ulteriori contenitori

Prosegue il viaggio dell’info-point di Hera per informare i cittadini sull’importanza della raccolta dell’olio alimentare esausto.  Dopo aver fatto tappa nell’ultima settimana in ben 6 comuni (San Clemente, Saludecio, Montegridolfo, Mondaino, San Giovanni in Marignano, Coriano e Santarcangelo), il tour dell’info point itinerante prosegue e nei prossimi giorni raggiungerà altre 2 città della provincia, precisamente: Verucchio (Piazza Europa) martedì e Bellaria Igea Marina mercoledì (Piazza del Popolo, 1). Il progetto nasce con l’intento di incrementare ulteriormente la raccolta differenziata di questo rifiuto altamente inquinante ed informare i cittadini sui benefici ambientali che derivano dal suo corretto smaltimento.

Hera, in collaborazione con Adriatica Oli, ha lanciato così una specifica campagna informativa itinerante che sarà in circolo grazie ad un furgone brandizzato e facilmente riconoscibile. Il mezzo sosterà nelle piazze dei comuni dalle 9 alle 13 per dare la possibilità ai cittadini di ricevere informazioni su come e dove conferire l’olio, ricevere consigli e delucidazioni. Tutti i cittadini riceveranno anche dei gadget che Hera ed Adriatica oli mettono a disposizione per l’occasione. Oltre alla campagna informativa, l’impegno di Hera per la raccolta degli oli alimentari esausti continua anche sul fronte operativo. La multiutility, infatti, entro il mese di ottobre posizionerà altri 50 contenitori dedicati alla raccolta di questo materiale. I nuovi contenitori saranno collocati in varie città della provincia e andranno ad aggiungersi agli altri 33 già a disposizione dei cittadini.

Come raccogliere gli oli alimentari

L’olio non va versato direttamente nel contenitore ma deve essere conferito all’interno di normali bottiglie o flaconi in plastica, chiusi con il loro tappo. L'olio alimentare esausto può essere sempre conferito anche nelle stazioni ecologiche di Hera presenti sul territorio.

Un rifiuto altamente inquinante può diventare una risorsa

Lo scarto dei comuni oli vegetali da cucina costituisce un rifiuto con potere altamente inquinante, in particolare se smaltito attraverso gli scarichi domestici e la rete fognaria. Un Kg di olio vegetale esausto può distribuirsi fino a ricoprire una superficie di 1000 metri quadrati, inoltre la depurazione delle acque inquinate da olio richiede costi energetici di trattamento fino a 3kWh per ogni Kg impropriamente smaltito, oltre ai costi medi per la manutenzione degli impianti di depurazione. Hera, una volta raccolti gli oli alimentari esausti, li avvia a recupero prevalentemente per la produzione di energia in impianti di cogenerazione oppure per la produzione di biodiesel.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Casa

    Nuovo digitale terrestre, 9 tv su 10 da "rottamare": come capire se la vostra è "in regola"

  • Casa

    Anche a Rimini è invasione di cimici asiatiche: i consigli su come eliminarle

  • Casa

    Maltempo in Romagna, anticipato in A14 l'obbligo di gomme da neve o catene a bordo

  • Casa

    Whatsapp, 100 euro di multa in arrivo: fate molta attenzione alla truffa

I più letti della settimana

  • Anche a Rimini è invasione di cimici asiatiche: i consigli su come eliminarle

  • Inverno in arrivo: entrano in vigore gli obblighi di catene a bordo o gomme termiche

  • Hera: prosegue il viaggio dell’info-point itinerante per la promozione della raccolta dell’olio alimentare

Torna su
RiminiToday è in caricamento