Abusivismo commerciale, la spiaggia pattugliata dalla Municipale in bicicletta

Negli ultimi giorni sono stati sei i sequestri di merce venduta irregolarmente, per sanzioni pari a circa 31mila euro

In mountain bike per pattugliare la spiaggia: è un’attività quotidiana e costante quella messa in campo dalla Polizia Municipale di Rimini nella zona nord della città impegnata nel contrasto all’abusivismo commerciale. Ogni giorno la squadra di operatori in servizio al distaccamento di Viserba - e appositamente dedicata all’antiabusivismo nella zona nord - controlla l’arenile da Rivabella a Torre Pedrera spostandosi in bicicletta, riuscendo così a muoversi con velocità e senza problemi da una parte all’altra della spiaggia, anche in presenza di tanti bagnanti. Un modus operandi che sta producendo risultati, con numerosi sequestri amministrativi all’attivo. Negli ultimi giorni sono stati sei i sequestri di merce venduta irregolarmente, per sanzioni pari a circa 31mila euro. A questi si aggiungono altri nove rinvenimenti, cioè quei prodotti – in particolare borse e portafogli - pronti ad essere venduti e abbandonati per fuggire al controllo del personale della Pm. Il servizio di controllo antiabusivismo non si limita alle ore diurne in spiaggia, ma prosegue anche la sera sui lungomari con l’obiettivo di scoraggiare la presenza dei venditori irregolari.

Era invece arrivato da poco in zona per la sua “attività” il venditore irregolare di cocco fermato questa mattina dalla Polizia Municipale impegnata nella zona nord dell’arenile nei servizi di contrasto all’abusivismo commerciale. L’uomo, un ragazzo napoletano di 21 anni, è stato fermato dagli agenti in divisa che stavano pattugliando la spiaggia in bicicletta all’altezza del bagno 24 di Viserba. Il giovane al momento dell’identificazione ha spiegato agli agenti di essere appena arrivato in zona. Si tratta del primo venditore di cocco sanzionato in questa stagione dalla Polizia Municipale, a conferma della tendenza già riscontrata lo scorso anno di un fenomeno drasticamente ridimensionato. Nella zona nord di Rimini sono solo tre i venditori di cui è stata segnalata la presenza.

“Si tratta di una modalità operativa che ci regala ottimi riscontri – spiega l’assessore Jamil Sadegholvaad – Per il contrasto all’abusivismo commerciale stiamo impiegando una serie eterogenea di strumenti, anche in base alle zone della città, da quelli tecnologici a quelli più tradizionali, che convergono su un unico obiettivo, quello di garantire una presenza capillare in ogni zona della spiaggia”.

antiabusivismo rn nord 1-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Santarcangelo piange la scomparsa della giovane mamma falciata dal suv

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Bisarca tamponata in A14 "perde" un veicolo che trasportava

Torna su
RiminiToday è in caricamento