Abusivismo commerciale: maxi pattuglione delle forze dell'ordine in tutta la costa

Il totale della merce sequestrata nell’ambito dell’attività ammonta a quasi 2.000 articoli di merce varia

In attuazione di quanto disposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, nei giorni scorsi, nell’ambito dell’azione di prevenzione e contrasto al fenomeno della contraffazione ed abusivismo commerciale, sono stati effettuati mirati servizi nelle principali aree turistiche di questa Riviera, in particolare nei Comuni di Rimini, Riccione, e Bellaria-Igea Marina, interessate da tale fenomeno, con particolare riguardo alle zone del lungo mare e delle spiagge, servizi svolti con un impiego di risorse più articolato rispetto ai medesimi servizi che comunque vengono svolti giornalmente nelle medesime aree sin dal mese di maggio.

Dall’ attività di contrasto, svolta sinergicamente dalle forze dell'ordine, sono scaturiti i seguenti risultati: nel Comune di Rimini, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 26 unità operative, di cui 8 appartenenti alla Polizia di Stato, 14 alla locale Polizia Municipale e 4 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20. L’attività di prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale ha interessato la zona del litorale riminese, compresa sia nella fascia sud, dal bagno 1 al bagno 130, che in quella Nord dal bagno 10 al bagno 40. Nel corso del servizio sono state identificate 25 persone di cui 22 cittadini stranieri; di questi, 5 (2 cittadini cinesi, 2 cittadini del Bangladesh e 1 cittadino marocchino) sono stati accompagnati presso gli uffici di polizia per verificarne la regolarità sul territorio nazionale. Sono state accertate 5 violazioni amministrative mentre sono stati redatti 23 verbali di sequestro/rinvenimento di merci varie, per un totale di oltre 800 pezzi:      

Nel Comune di Riccione, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 22 unità operative, di cui 8 appartenenti alla Polizia di Stato, 12 alla locale Polizia Municipale e 2 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20. L’attività di contrasto si è svolta sulla spiaggia di Riccione (6km C.A) fra i bagni 60 e 120; Misano A. (6,5 km C.A) fra i bagni 20 e 60. In particolare nel Comune di Riccione sono state accertate 3 violazioni amministrative, di cui, 2 per (prestazioni/massaggi in spiaggia) ed 1 per commercio abusivo e si è proceduto al sequestro di merce per oltre 150 pezzi tra articoli di oggettistica ed articoli elettronici.

Nel comune di Misano Adriatico, sono state accertate 2 violazioni amministrative per prestazioni/massaggi in spiaggia. Sono state controllate ed identificate 10 persone di origine straniera, regolari sul territorio nazionale, tra le quali una cittadina cinese per la quale è stato necessario l’accompagnamento presso gli uffici di polizia in quanto priva di documenti al seguito. Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 200 pezzi tra articoli di oggettistica e ed abbigliamento.

Nel Comune di Bellaria-Igea Marina, il dispositivo impiegato ha visto impegnate 24 unità operative, di cui 10 appartenenti alla Polizia di Stato, 10 alla locale Polizia Municipale e 4 alla Capitaneria di Porto, articolate su due turni di servizio dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20. L’area interessata è stata la costa del Comune lunga circa 12 Km. Sono state controllate ed identificate 27 persone di cui 26 cittadini stranieri e 1 cittadino italiano. Dei soggetti controllati, un cittadino del Bangladesh è stato accompagnato presso gli uffici di Polizia e denunciato in quanto irregolare sul territorio nazionale. Sono stati redatti 11 verbali di sequestro amministrativo, 3 verbali per l’esercizio abusivo di estetista.
Si è proceduto al sequestro di merce per oltre 700 pezzi tra articoli di oggettistica e chincaglieria

Il totale della merce sequestrata nell’ambito dell’attività ammonta a quasi 2.000 articoli di merce varia. L’attività di contrasto all’abusivismo commerciale in tutte le sue forme, principalmente lungo il litorale ma anche presso i mercati settimanali e in orario serale, iniziata nel mese di maggio,  proseguirà per tutto il periodo estivo. Personale della Polizia di Stato, in sinergia con gli agenti delle Polizie Locali dei comuni rivieraschi ed i militari della Capitaneria di Porto,  pattugliando incessantemente le spiagge,  provvede anche ad organizzare interventi via mare tramite i mezzi  - acquascooter - della Squadra Nautica che sorveglia in maniera dinamica il litorale segnalando ai colleghi a terra eventuali presenza di venditori abusivi. Il dispositivo, impegnato tutti i giorni - mattina e pomeriggio con turni anche serali nel fine settimana - ha permesso di contenere in maniera efficace il fenomeno, ottenendo al contempo lusinghieri risultati operativi, con numerosi sequestri di merce contraffatta di varia natura, pelletteria (borse, zaini, portafogli) - abbigliamento (polo, t-shirts, pantaloni, giacche, felpe), oggettistica (occhiali, braccialetti, collane ecc.)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • A Le Iene la verità di Miradossa: "Pantani ucciso per portargli via 20mila euro"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento