Aggredisce e picchia i genitori per avere i soldi necessari alla droga

Arrestato dai carabinieri di Misano un 21enne ritenuto responsabile di una lunga serie di maltrattamenti in famiglia

Foto archivio

Il vizio ella droga aveva trasformato in una furia un 21enne di Misano Adriatico che, quotidianamente, vessava i genitori per ottenere i soldi per le sostanze. Il ragazzo, ogni giorno, pretendeva i 150 euro che gli servivano per acquistare lo stupefacente e, in diverse occasioni, li aveva costretti a saldare i suo debiti con i pusher. La coppia di 60enni, se osava ribellarsi alle richieste del figlio, veniva anche picchiata tanto che, per la paura, i due si erano trasferiti nell'abitazione di un altro figlio. Il 21enne, senza patente, alzava le mani sui famigliari anche per costringerli a scarrozzarlo per la città in cerca dei suoi fornitori di cocaina. Una situazione invivibile che, però, non aveva fatto trovare il coraggio alla coppia di rivolgersi ai carabinieri. La notizia, tuttavia, è arrivata alle orecchie degli inquirenti dell'Arma che hanno iniziato ad indagare sulla vicenda. Il reato, perseguibile d'ufficio, ha visto così i carabinieri informare la Procura che ha richiesto ed ottenuto la misura della custodia cautelare in carcere.

Potrebbe interessarti

  • Pulire i vetri: addio agli aloni su finestre e specchi

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Stop al sudore: come scegliere il deodorante giusto per la tua pelle

  • Gli odori, i ricordi, il marketing e la Sindrome di Proust

I più letti della settimana

  • Fulmine centra azienda agricola, vasto incendio nel deposito delle rotoballe

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Lui, lei e l'altro, il triangolo amoroso finisce con pugni e schiaffi nel parco

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Perde il controllo e si schianta contro un albero, centauro deceduto sul colpo

Torna su
RiminiToday è in caricamento