'Far west' al pub, il racconto dei testimoni: "Ci siamo salvati grazie alla prontezza dei baristi"

Sono stati momenti di tensione, ma tutto sommato - anche grazie alla prontezza dei titolari del locale - sono riusciti a mantenere la calma

Sono stati momenti di tensione, ma tutto sommato - anche grazie alla prontezza dei titolari del locale - sono riusciti a mantenere la calma i clienti del Repub di Santarcangelo, che nella notte tra venerdì e sabato è stato vittima di un attacco da parte di alcuni aggressori che, coperti al volto e armati di spranghe e bottiglie, hanno iniziato ad attaccare il locale, forse in cerca di qualche membro della tifoseria avversaria.

Aggressione con spranghe e bottiglie, attimi di paura al pub: "Sembrava di essere in un film"

"E' stata una cosa grossa, ma quando i camerieri ci hanno letteralmente chiusi dentro al locale abbiamo capito che potevamo stare tranquilli - racconta uno dei testimoni - Non abbiamo pensato a un attentato e non ci sono stati attacchi di panico o cose simili. Loro saranno stati una decina, noi circa 50. E' successo tutto nel giro di un minuto: io e i miei amici, seduti a un tavolo, li abbiamo visti arrivare perchè eravamo vicini alla porta. Erano tutti armati di spranghe e cose varie. C'è stato un momento di fuggi fuggi tra chi voleva entrare e chi voleva uscire in cui non si è capito molto, nel delirio iniziale un ragazzo ha preso una botta, ma fortunatamente sta bene. Se non è successo nulla di grave è anche perchè i titolari del pub sono stati molto bravi, in pochissimo tempo hanno tirato giù la serranda e hanno chiamato le autorità. Da lì è tutto un'incognita, nel senso che non abbiamo visto nulla: provavamo ad assistere alla scena dalle finestre, ma senza troppo successo. Qualcuno, però, è uscito dalla finestra, e questa cosa ci ha fatto pensare che potesse trattarsi di una sorta di appuntamento tra ultras. In ogni caso dopo cinque minuti sono andati via. Abbiamo atteso l'arrivo dei Carabinieri e poi siamo usciti, ma era già tutto tornato alla tranquillità".

"Erano tutti incappucciati in fondo alla scalinata, poi li ho visti salire - spiega un secondo cliente del locale - Per fortuna uno dei baristi era vicino alla porta e ha avuto la prontezza di abbassare subito la saracinesca. Uno ha cercato di lanciarsi sotto strisciando, una scena veramente da film. Sono stati minuti di delirio totale. Ci siamo salvati per miracolo, se fossero entrati io ero proprio il primo lì davanti, mi avrebbero ammazzato di botte. Sarebbe successo veramente il fattaccio, penso che avrebbero picchiato chiunque. Per fortuna alla fine è andata bene".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Nicole Della Monica-Matteo Guarise: è assalto al podio

  • Cronaca

    Hotel di Riccione sul tetto del mondo: secondo nella classifica mondiale Traveller's Choice di TripAdvisor

  • Cronaca

    Cocoricò a rischio fallimento, presentata domanda di concordato preventivo in bianco

  • Cronaca

    Torna a casa e si trova l'appartamento svaligiato: "Hanno invaso la mia intimità"

I più letti della settimana

  • Barba, capelli e cocaina: il barbiere a capo della banda di pusher

  • Anche mamme coi neonati si rifornivano di cocaina dai pusher della Valmarecchia

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: la neve imbiancherà tutta la Romagna, le previsioni

  • Ragazzo si spoglia davanti alla padrona di casa 76enne e cerca di sedurla

  • Il "re dello zucchero" ritrovato cadavere in un albergo di Rimini

  • Pollo alla marijuana, titolare della rosticceria arrestato con 70 chili "d'erba"

Torna su
RiminiToday è in caricamento