Ampliamento della scuola "Gaiofana": la Giunta approva il progetto di fattibilità per 350mila euro

"Interventi attesi – spiega Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – che vanno nella direzione di potenziare servizi e didattica"

Uno spazio polifunzionale per ampliare le attività della scuola primaria “Gaiofana”, con particolare riferimento alla mensa e allo spazio per attività motorie. Sono queste le principali novità inserite nel progetto di fattibilità tecnica per l’ampliamento della scuola primaria “Gaiofana” appena approvato dalla Giunta del Comune di Rimini che, per la sua realizzazione, ha stanziato 350 mila euro. In particolare la possibilità di poter usufruire del servizio mensa (e relativi spazi per lo sporzionamento) è strategico ed indispensabile per poter impostare attività didattiche o laboratori con  tempo pieno o prolungato. Per favorire e, dove possibile, ampliare questa possibilità, sono stati individuati sul territorio comunale gli  interventi di edilizia scolastica finalizzati alla realizzazione di spazi per la mensa e, tra questi, l’ampliamento con creazione di spazio per la mensa della scuola primaria Gaiofana, risulta prioritario. Gli interventi andrebbero dunque ad aumentare la dotazione infrastrutturale della scuola, dotandola inoltre di nuove aule e spazi per laboratori didattici e attività motorie.

 “Interventi attesi – spiega Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – che vanno nella direzione di potenziare servizi e didattica in una zona di Rimini che ha vissuto un importante sviluppo demografico. Pur non essendo tecnicamente una scuola a tempo pieno, alla Gaiofana, grazie anche alla disponibilità della direzione didattica e degli insegnanti, si sono sviluppati laboratori pomeridiani, per almeno quattro giorni a settimana. Attività importantissime per le famiglie di Gaiofana che, in questo modo, possono tenere vicino casa i propri figli senza doversi trasferire in altre scuole della stessa direzione, come le Casti o la Villaggio Primo Maggio. Il servizio mensa, in particolare, va incontro alle richieste di tante famiglie del territorio che, in questa maniera, riescono a conciliare tempi di vita e lavoro, vista che si tratta spesso di coppie trasferite da altri quartieri o città e che non possono contare su assistenza famigliare. Servizi, laboratori, spazi che come sempre, che oltre a coprire esigenze didattiche saranno a disposizione di tutto il quartiere come luogo di vita sociale, oltre che con la sua naturale funzione educativa”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento