Anziana rapinata in casa, la giovane vicina e il marito condannati

La ragazza aveva già patteggiato una pena di 11 mesi mentre per l'uomo è arrivata la sentenza di 2 anni e 6 mesi

Si è concluso con una condanna a 2 anni e 6 mesi il processo che vedeva imputato un 25enne siciliano con l'accusa di aver sequestrato e rapinato una 80enne nella propria abitazione. La feroce rapina risale allo scorso 14 febbraio quando il giovane, insieme alla moglie 23enne, aveva approfittato della vittima vicina di casa della madre della ragazza. I due, con una scusa, erano riusciti ad entrare nella casa dell'anziana chiedendole un prestito e accampando difficoltà economiche. All'improvviso, però, avevano aggredito l'80enne per poi legarla e mettere a soqquadro l'appartamento di via don Milani alla Gaiofana. La 23enne, invece, aveva già patteggiato 11 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento