Arrestata la banda di trafficanti di armi e droga

Trovati in possesso di mitragliatrici e pistole e poi droga era specializzata nell'importare cocaina, eroina e marijuana

Foto archivio

Mitragliatrici, pistole e poi droga. Cocaina, eroina e marijuana. Otto persone sono state raggiunte all'alba di venerdì da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nell'ambito di un'indagine condotta dalla Squadra mobile di Milano e coordinata dalla Procura di Como. Si tratta di sette cittadini albanesi e un'italiana, quattro dei quali risultano già in carcere per altri motivi. Gli indagati sono tutti accusati, a vario titolo, di possedere eroina e cocaina, provenienti per lo più dai Paesi Bassi, e marijuana da spacciare, l’accusa è anche quella di aver detenuto un revolver con matricola abrasa, due pistole mitragliatrici e una semiautomatica. Tutti i reati risultano commessi nelle province di Como, Monza Brianza, Milano, Varese, Rimini dal dicembre del 2017 al febbraio del 2018. Nel frattempo sono state raccolte intercettazioni ambientali all'interno delle auto usate dagli indagati e portati avanti complessi servizi diretti di osservazione e pedinamento, anche attraverso telecamere. È poi estremamente fitto e pertinente all'indagine lo scambio di messaggi fra gli indagati, inviati attraverso i loro smartphone.

Questa indagine arriva a seguito di un'altra, sempre operata dalla squadra mobile di Milano e coordinata dalla Procura della Repubblica di Como che aveva portato nel settembre del 2018 all'arresto di 23, persone 22 uomini albanesi una donna romena, accusati di sfruttamento aggravato della prostituzione nei confronti di almeno 25 vittime, ragazze di nazionalità albanese, bulgara, moldava, polacca, rumena e ungherese. Gli inquirenti del capoluogo lombardo hanno spiegato che le indagini, coordinate dalla procura di Como, “hanno permesso di accertare innumerevoli cessioni di stupefacente da parte degli indagati, molti di loro legati da vincoli di parentela, facendo quasi tutti parte delle famiglie criminali albanesi Proskha ed Ajazi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento