Arrestato a Rimini trafficante internazionale di stupefacenti

La banda del malvivente era stata stroncata dalla polizia tedesca ma lo straniero era riuscito a sfuggire alla retata

Nella mattinata di venerdì il personale della squadra Mobile di Rimini ha arrestato un trafficante internazionale di stupefacenti. A finire in manette è stato un 37enne albanese che, dalla sua patria, muoveva un ingente quantità di droga verso la Germania per conto di una banda di connazionali. Il traffico di cocaina, secondo quanto emerso, si era radicato in Baviera garantendo agli albanesi un ingente profitto. La banda era stata scoperta la scorsa primavera dalla polizia tedesca, che ne aveva smantellato la rete, ma alla cattura era sfuggito il 37enne che aveva fatto perdere le proprie tracce. Per l'uomo era stato emesso un mandato europeo di cattura e, la sua presenza, era riemersa sulla Riviera. Il rintraccio e la cattura del ricercato è avvenuta grazie a una perfetta sinergia fra gli organi inquirenti di Italia e Germania attraverso la partecipazione del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno. Il personale della squadra Mobile, all’esito di numerosi servizi di osservazione e appostamento nella zona di Torre Pedrera dove l’albanese era stato segnalato dalle autorità tedesche, sono stati in grado di localizzare il ricercato che aveva preso in fitto un appartamento e svolgeva saltuariamente attività lavorativa in un locale di Viserba. Tratto in arresto,  l’albanese è stato tradotto presso il carcere di Rimini a disposizione della Corte di Appello di Bologna, in attesa di essere consegnato alle autorità tedesche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento