Automobilisti ubriachi, 17 patenti ritirate tra Natale e Santo Stefano

I troppi brindisi sono costati cari ai guidatori che si sono messi al volante senza smaltire le libagioni

Sono costati cari i troppi brindisi fatti tra Natale e Santo Stefano dagli automobilisti che, poi, si sono messi al volante senza aspettare di smaltire le libagioni e che sono poi incappati nei controlli dei carabinieri. Per 11 di loro pranzi e cene hanno portato, oltre al ritiro della patente, anche una denuncia a piede libero in quanto sottoposti al test dell'etilometro hanno fatto rilevare un'alcolemia superiore a 0,8 g/l. Altri 6, che non hanno superato la soglia, se la sono cavata con una pesante multa e la sospensione del documento di guida. I controlli sulle strade hanno visto venire identificate 189 persone e ispezionati 114 mezzi con 2 persone segnalate alla Prefettura come assuntori di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento