Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

L'uomo era pronto a far fare la stessa fine a un altro quattrozampe di sua proprietà recuperato dal canile

Un gesto sadico e inqualificabile quello messo in atto da un 66enne di Morciano, e residente a Saludecio, denunciato dai carabinieri per aver avvelenato il proprio cane con del topicida. A far scoprire la vicenda è stato lo stesso uomo che, nella mattinata di giovedì, era stato contattato dal canile di Riccione dove un quattrozampe di sua proprietà era stato recuperato dagli addetti mentre vagava in strada. L'uomo, in preda a una rabbia incontrollata, aveva dapprima dichiarato di aver abbandonato volontariamente l'animale e di non volerlo più per poi ribadire il proposito di ucciderlo come aveva già fatto in passato. Parole sconclusionate che, però, hanno messo in allarme il dipendente comunale che a sua volta ha allertato i carabinieri della Compagnia i Riccione. I militari del'Arma, dopo essersi assicurati che il cane non lasciasse la struttura, si sono presentati a casa del 66enne che, alla vista delle divise, ha dato nuovamente in escandescenza.

L'uomo ha quindi confermato, con fare fiero e incurante di tutto, di aver ucciso il proprio cane utilizzando del veleno per topi. A morire, tra atroci sofferenze lo scorso 31 gennaio, era stata Shelly uno springer spaniel femmina di 7 anni e il 66enne era pronto a far fare la stessa fine anche a quello recuperato dal canile. In cerca di riscontri, i militari dell'Arma hanno ispezionato l'abitazione dell'uomo e, in un capanno per gli attrezzi, hanno rivenuto le esche topicide. Ulteriori accertamenti, inoltre, hanno permesso di trovare conferme alla vicenda col veterinario che aveva assistito Shelly. Il professionista, infatti, ha confermato agli inquirenti di aver ricoverato la povera bestiola in preda a degli spasmi atroci indotti dal veleno che l'aveva poi uccisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 66enne, secondo quanto emerso, non era nuovo a maltrattamenti sui propri animali e solo pochi giorni fa era stato denunciato dai carabinieri Forestali quando si era recato al canile di Riccione e aveva sferrato un calcio alla testa del suo cane che era stato recuperato dopo la fuga. Per l'uccisione dello springer spaniel l'uomo è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

Torna su
RiminiToday è in caricamento