Ballottaggio a Riccione, Tosi: "Sull'urbanistica non perderemo tempo"

"Noi adotteremo senza indugi il nuovo Piano Urbanistico Regionale (PUG) senza aspettare i tre anni previsti dalla legge. Era un lavoro già partito nella mia amministrazione "

Il candidato sindaco a Riccione renata Tosi illustra la suo programma per territorio e urbanistica: “Che la tutela del territorio e dell’ambiente rivestano un ruolo prioritario nella visione futura che abbiamo per Riccione, è facilmente appurabile nel nostro programma elettorale e nella nostra visione di città che, senza tanti giri di parole, punta a migliorare la qualità della vita dei miei concittadini, delle aree verdi e del tessuto urbanistico. Ambiente inteso, come ho detto più volte, motore di sviluppo e, aggiungo, allargato alla partecipazione attiva delle associazioni ambientaliste. 

“E la mia visione sulla visione urbanistica della città, della gestione dei rifiuti, nonché del loro recupero, al di fuori dell’incenerimento, non potrebbe essere più distante da quella di Sabrina Vescovi. Finiti i tempi dell’espansione territoriale, avvenuta spesso in maniera indiscriminata e senza rispetto per il territorio di Riccione, il nostro impegno per i prossimi anni, per tempistica e contenuti, sarà chiaro e veloce. Penso al progetto di legge approvato dalla Regione Emilia Romagna che tra i suoi obiettivi cardine introduce il principio del consumo del suolo a saldo zero. Noi adotteremo senza indugi il nuovo Piano Urbanistico Regionale (PUG) senza aspettare i tre anni previsti dalla legge. Era un lavoro già partito nella mia amministrazione e che attende ora di essere ripreso il prima possibile. Al contrario per Vescovi i tempi previsti si preannunciano ben più lunghi, considerato che ritiene di aver tre anni di tempo per definire il nuovo PUG. Noi siamo pronti, non per partire, ma per proseguire con il lavoro di strutturazione del nuovo piano urbanistico generale, dopo aver approvato la variante al Rue che prevede importanti incentivi ai privati per ampliamenti o ristrutturazioni edilizie. Siamo pronti per partire, adesso, non entro tre anni”.

 “Un secondo punto altrettanto importante che sta a dimostrare l’incolmabile distanza dalla mia competitor riguarda la gestione dei rifiuti in previsione del nuovo bando di gara per riaffidare ad Hera il servizio raccolta. Mentre Vescovi non menziona quali proposte intenderà avanzare, premesso che il servizio di affidamento dipende da Atersir e non dal Comune di Riccione, noi abbiamo già avanzato richiesto ad Atersir l’elaborazione di un studio di fattibilità per considerare in maniera ponderata la possibilità di una gestione, anche parziale, in house attraverso la nostra partecipata Geat”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Più precisamente l’idea è di gestire direttamente lo spazzamento della città e la raccolta dei rifiuti opportunamente differenziati. La gestione in house, oltre che essere più puntuale sulla comunità, permetterebbe un risparmio economico e un miglior riuso dei materiali raccolti. Una misura rilevante, affiancato dal potenziamento del porta a porta, previsto in tutta la città e dall’introduzione della tariffa puntuale in bolletta. Con la riduzione del rifiuto indifferenziato potremo quindi interfacciarci con la Regione sulla opportunità di considerare anche altri sistemi di smaltimento del rifiuto indifferenziato senza la necessità di bruciarlo, come ad esempio il trattamento meccanico. Siamo stati la prima amministrazione ad aver commissionato uno studio indipendente ad un’equipe di ricercatori universitari per effettuare uno studio dettagliato sulle emissioni nell’aria, acqua e suolo causate dell’inceneritore, così da disporre di un ulteriore strumento di raffronto, oltre a quelli già esistenti, sulla conoscenza dell’impatto dell’inquinamento per la salute umana e l’ambiente. Vescovi intende promuovere ulteriori indagini, oltre a quelli già forniti dall’ente gestore, noi lo abbiamo già fatto.  Per scegliere il futuro della nostra città occorrono progetti chiari e noi siamo pronti a portare avanti il nostro programma”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

Torna su
RiminiToday è in caricamento