Bambini no-vax, nel riminese la situazione più critica di tutta la Romagna

Alla vigilia dello squillo della campanella per l'anno scolastico 2019-20 sono 3.215 gli inadempienti o non completamente in regola

A ormai due anni dall'entrata in vigore del decreto Lorenzin, la norma che rende obbligatori i vaccini per la frequenza delle scuole, dopo una serie di “tira e molla” conseguenti alle complesse procedure burocratiche da seguire, quello che sta per partire è il primo anno scolastico in cui i figli delle famiglie 'no vax' non potranno entrare a scuola nel caso degli asili nido e scuole materne, oppure dovranno pagare le multe nel caso delle scuole dell'obbligo (elementari, medie e i primi anni delle superiori). 

Chi si trova fuori regola a pochi giorni dalla prima campanella? Nonostante il lavoro svolto dall'Ausl, che ha visto nelle ultime settimane fare espliciti richiami alle famiglie che hanno permesso di regolarizzare la posizione di 604 bambini, all'ultimo conteggio restano inadempienti o non completamente in regola 3.215 tra bambini e adolescenti. Un dato che rappresenta il più alto dell'intera Romagna e, in particolare, vede coinvolti 458 piccoli in fascia d’età 0-6 anni e 2.757 in fascia d’età superiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Taglia la legna con la motosega e si ferisce: trasportato al Bufalini con l'eliambulanza

Torna su
RiminiToday è in caricamento