Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

L'arrivo della gazzella a sirene spiegate ha fatto fuggire i banditi costringendoli a lasciare soldi e attrezzatura

Foto archivio

Il tempestivo intervento dei carabinieri ha messo in fuga la banda del bancomat che, nella serata di domenica, era entrata in azione a Cattolica. I malviventi, che avevano preso di mira lo sportello automatico del Credito Valtellinese in piazza della Repubblica, erano della "vecchia scuola" utilizzando al posto della "marmotta" le più classiche bombole di acetilene. L'innesco è stato fatto esplodere intorno alle 23 e, il boato avvertito in buona parte della zona, ha messo in allarme i carabinieri che stavano pattugliando le strade della Regina. In pochi minuti la "gazzella" dell'Arma è arrivata sul posto mettendo in fuga i ladri costringendoli ad abbandonare in strada sia tutta l'attrezzatura che buona parte dei soldi custoditi nella cassaforte. I carabinieri, infatti, hanno recuperato circa 12mila euro in contanti. I malviventi, invece, sono riusciti a fuggire facendo perdere le loro tracce. Sono in corso le indagini della Tenenza di Cattolica con gli inquirenti dell'Arma che hanno acquisito i filmati delle telecamere a circuito chiuso della zona con la speranza che, dai fotogrammi, possano emergere elementi utili ad identificare i componenti della banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento