Bellaria, comincia la corsa al premio Panzini 2015

Comincia ufficialmente la ‘corsa’ al Premio Panzini 2015: la data da segnare sul calendario è venerdì 31 ottobre, ultimo giorno utile per presentare le candidature.

Comincia ufficialmente la ‘corsa’ al Premio Panzini 2015: la data da segnare sul calendario è venerdì 31 ottobre, ultimo giorno utile per presentare le candidature. Il “Premio Alfredo Panzini” è stato introdotto nel 2013 dall’Amministrazione Comunale, per omaggiare i cittadini che si siano distinti in città e fuori dai suoi confini, contribuendo così a far conoscere Bellaria Igea Marina e a diffonderne un’immagine positiva.

La prima edizione ha visto premiare Gladys Nadia Rossi, soprano di fama internazionale e ideale portabandiera dei colori di Bellaria Igea Marina in àmbito nazionale ed internazionale, mentre nel febbraio di quest’anno è stato Michelangelo “Lallo” Petrucci, fondatore e storico patron del cantiere nautico Bimare, ad aggiudicarsi il riconoscimento.
In entrambe le circostanze, il Gala organizzato per la consegna del Premio è stato molto partecipato ed apprezzato dai cittadini, con serate ricche di sorprese, ospiti prestigiosi e madrine d’eccezione: fin da ora, quindi, la città attende con curiosità il prossimo appuntamento, con la consegna dei riconoscimenti che avverrà ad inizio febbraio, in concomitanza con le celebrazioni di Sant’Apollonia.
 
La possibilità di avanzare all’attenzione del Comune la candidatura di soggetti meritevoli, è parte integrante del regolamento, approvato nel 2013 dal Consiglio Comunale, con cui la manifestazione è stata trasformata in un appuntamento fisso per la città di Bellaria Igea Marina.
“L’idea è quella di promuovere una doppia finalità”, spiega il Sindaco Enzo Ceccarelli. “Da un lato, la volontà di premiare annualmente una cittadina o un cittadino benemerito, dall’altro la consapevolezza che siano tante le persone che è giusto gratificare, esprimendo la vicinanza dell’Amministrazione a nome dell’intera comunità. Pensiamo ad esempio alla prima edizione, quando una sezione apposita dei riconoscimenti è stata dedicata a tutti coloro, associazioni di volontariato, forze dell’ordine o privati cittadini, che da Bellaria Igea Marina non hanno fatto mancare il proprio sostegno alle popolazioni dell’Emilia colpite dal terribile terremoto del 2012.”
 
Con quest’obiettivo, quindi, il Premio viene annualmente affiancato da una pluralità di riconoscimenti rivolti a cittadini (nati, residenti oppure operanti nel Comune di Bellaria Igea Marina), enti, associazioni ed aziende, che si siano distinti nel campo del volontariato sociale, della cultura, della scienza, dell’arte, della tutela dell’ambiente, dell’imprenditoria, del commercio, dell’industria e del lavoro.
A tutti i cittadini, la possibilità di avanzare le proprie “segnalazioni”, promuovendo la candidatura di soggetti che soddisfino tali requisiti: il Servizio Cultura del Comune si occuperà dell’apposita istruttoria, propedeutica all’assegnazione dei riconocimenti, di competenza della Giunta comunale al pari del Premio principale.
 
---------------------------------------
 
COME PRESENTARE I PROPRI ‘CANDIDATI’:
 
Le proposte devono essere corredate da un’adeguata documentazione in carta libera, atta ad evidenziare le motivazioni alla base della candidatura, ed accompagnate preferibilmente da: curriculum del soggetto segnalato; relazione da cui si evincano le motivazioni per l’assegnazione del Premio Alfredo Panzini; ogni altra documentazione ritenuta utile a sostegno della candidatura.
Le segnalazioni, indirizzate al Dirigente settore Affari generali e Servizi, Dott. Ivan Cecchini, devono essere consegnate all’Ufficio protocollo del Comune (piazza del Popolo, 1) a mano, con raccomandata A/R, via fax al 0541.345844 o via posta certificata (pec@pec.comune.bellaria-igea-marina.rn.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento