Cacciatore aggredito da gruppo di nomadi al rientro dalla battuta

L'uomo è stato circondato e malmenato dalle donne lungo gli argini del Marecchia nella zona del depuratore

Brutta avventura per un cacciatore 60enne che, nel tardo pomeriggio di domenica, è stato aggredito e malmenato da un gruppo di nomadi. L'uomo, al rietro dalla battuta, si trovava lungo gli argini del Marecchia nella zona del depuratore quando, all'improvviso, è stato circondato dagli zingari del vicino campo nomadi. Il gruppo sarebbe stato infastidito dai colpi esplosi dal fucile da caccia e, dalle parole, due donne sono passate ai fatti colpendo il 60enne che, vista la situazione, ha preferito allontanarsi in tutta fretta. Una volta raggiunta la strada, il cacciatore ha dato l'allarme facendo intervenire una pattuglia dei carabinieri. Raccontanta la vicenda ai militari, l'uomo non ha però voluto sporgere denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

  • Movida senza mascherine, nei guai diversi locali: multati anche baristi e clienti

  • Notte Rosa, svelate le anticipazioni sull'edizione 2020

Torna su
RiminiToday è in caricamento