Campanellaro in trasferta arrestato dai carabinieri all'autodromo di Imola

Sull'uomo, un napoletano residente a Rimini, pendeva un’ordinanza di cattura del Tribunale Ordinario di Pisa per una pena detentiva di 14 mesi di reclusione

I carabinieri della Stazione di Imola hanno arrestato un 41enne napoletano, residente a Rimini, sul quale pendeva un’ordinanza di cattura del Tribunale Ordinario di Pisa per una pena detentiva di 14 mesi di reclusione, con il beneficio degli arresti domiciliari, dovuta a una precedente condanna per reati contro il patrimonio. Il 41enne, infatti, è già noto alle forze dell'ordine per una serie di truffe legate al gioco d'azzardo. In particolare, i militari dell'Arma lo hanno sorpreso sabato pomeriggio dentro l’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”, dove si stava celebrando la 39° edizione della Mostra Scambio - C.R.A.M.E. Il napoletano è stato bloccato dai carabinieri ai quali era stato segnalato un gruppetto di persone che avevano allestito il gioco delle “tre campanelle”. Secondo il 41enne, con questo sistema è possibile guadagnare fino a 1.000 euro al giorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Chat di gruppo su WhatsApp per evitare i controlli, denunciata l'amministratrice

Torna su
RiminiToday è in caricamento