Torna nel suo Paese e abbandona il cane, un mese d'inferno per il cucciolo

Il povero quattrozampe sopravvissuto solo grazie all'intervento dei vicini che gli allungavano qualcosa da mangiare

Un mese d'inferno per un povero cagnolino meticcio che, abbandonato dal proprietario, è rimasto legato per un mese a una catena ed è sopravvissuto solo grazie ai vicini di casa che gli allungavano del cibo. Solo nella mattinata di lunedì, al termine degli accertamenti di rito, il quattrozampe è stato salvato dai carabinieri che lo hanno liberato e affidato alle cure del canile “Emma e Murphi”  di Riccione. Secondo le indagini dei militari dell'Arma della Tenenza di Cattolica il proprietario, un 53enne moldavo che risiedeva in città, ai primi di agosto aveva lasciato l'abitazione per tornare nel suo Paese lasciando il cucciolo nel cortile e legato a una catena. I guaiti dell'animale hanno impietosito i vicini che, oltre a dare l'allarme, si sono prodigati per fornire un po' di cibo al cane. Oltre a liberare il quattrozampe, i carabinieri hanno provveduto a denunciare a piede libero lo straniero per maltrattamenti ed abbandono di animale domestici.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Smontano la cassaforte nella stanza dell'hotel e fuggono con 40mila euro di gioielli

Torna su
RiminiToday è in caricamento