Bimba morta per una diagnosi sbagliata: la dottoressa rischia di finire alla sbarra

La piccola Teresa è deceduta in seguito a una peritonite, dopo 48 ore dalla visita in ospedale

L'ipotesi di reato è omicidio colposo. Adesso, la dottoressa che nel 2017 visitò una bimba di cinque anni, la piccola Teresa, rischia il rinvio a giudizio. Questa la richiesta della procura di Rimini per il medico in servizio all'ospedale Cervesi di Cattolica. Una vicenda terribile che risale al 2017.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Muore a cinque anni: "inesperienza del medico del pronto soccorso"

La bimba era stata portata in ospedale dalla mamma affidataria, una signora di Montiano. Dopo la visita, la dottoressa aveva deciso di non trattenere la bimba, nessuna osservazione e neanche di farla visitare al pronto soccorso pediatrico di Rimini. La bimba dopo 48 ore è morta in seguito a una peritonite e, secondo l'accusa, se fosse rimasta in ospedale si sarebbe potuta salvare. La decisione adesso è in mano al Gup (Giudice per le indagini preliminari) che stabilirà il 16 luglio, data dell'udienza, se mandare a processo la dottoressa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta davanti al ristorante

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Schianto tra due centauri, uno si "infila" nella cuspide piena d'acqua

  • All'ospedale Infermi chiude il sesto piano Covid: dimessi i malati

Torna su
RiminiToday è in caricamento