Catturato l'ultimo complice della rapina con lo spray urticante sull'autobus

Alla vista degli agenti il malvivente ha tentato di fuggire nascondendosi sotto al letto della sua abitazione

Nella mattinata di lunedì gli agenti della polizia di Stato hanno individuato e catturato l'ultimo complice della banda che, lo scorso 21 novembre, mise a segno una rapina all’interno del bus Linea 4 a Rimini. Ad essere già arrestati erano stati tre uomini di 23, 31 e 43 anni che, stando alle indagini, avevano aiutato la donna, l’unica ammanettata sul fatto dagli agenti delle Volanti, aggredendo a calci e pugni un 39enne per strappargli dal polso un prezioso orologio. A finire in carcere è stato un 23enne, già noto alle forze dell'ordine, individuato dagli inquirenti a Riccione. Sul giovane pendeva un’ordinanza di applicazione della misura cautelare del carcere per la rapina. Quando, all'alba di lunedì, il personale della polizia di Stato si è presentato nell'abitazione per ammanettarlo, il ragazzo ha tentato di sfuggire alla cattura nascondendosi sotti al letto ma, alla fine, è stato scoperto e portato in Questura. Al termine degli accertamenti di rito, per il 23enne si sono aperte le porte del carcere dei "Casetti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento