Cercano di scappare dalla polizia, in auto droga e pericolosi cristalli di shaboo

Lo stupefacente capace di provocare convulsioni, atteggiamenti violenti, totale mancanza di sonno, perdita di appetito, di denti e di capelli, e per alcuni perfino la deformazione del viso

Intorno alle 2, nella notte tra venerdì e sabato, una pattuglia della polizia Stradale si trovava in via Destra del porto a Rimini per un controllo finalizzato al contrasto della guida in stato di ebbrezza quando gli agenti hanno visto arrivare a velocità sostenuta una vettura con quattro persone a bordo. Alla vista dei lampeggianti, il guidatore ha effettuato una brusca manovra infilandosi nel primo parcheggio libero. Una mossa che ha insospettito il personale della Stradale subito intervenuto per controllare l'automobilista. Alla guida è stato trovato un cittadino egiziano 26enne che, in un primo momento, ha sostenuto di essersi dimenticato la patente a casa ma che, da ulteriori accertamenti, era scaduta da oltre 2 anni. Insieme a lui viaggiavano un 34enne bolognese, una 19enne riminese e una 20enne romena mentre, il veicolo, è risultato intestato a una società di noleggio.

L'egiziano, fin dai primi momenti, ha dato segni di nervosismo facendo di tutto per non uscire dall'abitacolo mentre, nel frattempo, sul posto è intervenuta anche una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia. Dagli accertamenti è emerso che le due ragazze risultavano incensurate mentre, gli uomini, erano vecchie conoscenze delle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti e, questo, ha fatto scattare una perquisizione del mezzo che si è rivelata subito positiva. Appena il 26enne è sceso dal veicolo, gli agenti si sono suvito resi conto che nascosto tra le pieghe del sedile c'era un unvolucro sospetto che si è poi scoperto essere del pericolossisimo Shaboo. La droga sintetica capace di provocare convulsioni, atteggiamenti violenti, totale mancanza di sonno, perdita di appetito, di denti e di capelli, e per alcuni perfino la deformazione del viso. Il proseguo della perqusizione ha permesso di trovare anche delle dosi di cocaina e, mentre le ragazze si sono rivelate estranee allo stupefacente, il personale della polizia di Stato ha deciso di ispezionare anche l'abitazione del bolognese e dell'egiziano.

Nell'appartamento sono spuntati altri involucri di cocaina, una confezione di bicarbonato generalmente usato per tagliare la "neve", una pipa per hashish, una pipa ad acqua, tutto il materiale per confezionare le dosi e 550 euro ritenuti il provento dello spaccio. Tutto il materiale è stato sequestrato e il 26enne e il 34enne sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento