Come nel più classico dei film: il rapinatore indossava una maschera

L'aggressore del gioielliere di Marina Centro avrebbe commesso altri colpi simili in passato, sulle sue tracce gli inquirenti

Una maschera teatrale perfetta, con tanto di pizzetto posticcio. Questo il trucco utilizzato dal rapinatore che, nella mattinata di giovedì scorso ha aggredito il titolare della gioielleria Marchini di Marina Centro. In un primo momento si era ipotizzato che l'uomo potesse avere in testa una calotta, a simulare una calvizia totale, ma in realtà è emerso che si trattava di una vera e propria maschera che copriva tutto il volto e il collo. A smascherare il trucco sono stati gli inquirenti della polizia di Stato che, grazie alla testimonianze, sono riusciti a risalire al percorso di fuga del malvivente, che aveva preso a martellate in testa Marchini pur non riuscendo a rubare nulla. Gli agenti sono arrivati fino a una mansarda dove, sul tavolo, hanno trovato tutti i trucchi del mestiere del rapinatore il quale ha giù un nome e un volto anche se, al momento, resta uccel di bosco. Secondo quanto emerso, si tratterebbe di una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine che, con lo stesso metodo, aveva già messo a segno delle rapine simili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • La gelosia e i maltrattamenti dietro il feroce pestaggio di Sant'Andrea in Besanigo

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

Torna su
RiminiToday è in caricamento