Concluso il progetto comunale “Diventa volontario dona un po’ del tuo tempo”

Si chiamano Tomas, Emma, Anita e Martina, sono alcuni degli adolescenti che sostenuti dai genitori hanno partecipato all'esperienza estiva

Hanno scelto di trascorrere l’estate a fianco dei bambini o degli animali, come volontari. Si chiamano Tomas, Emma, Anita e Martina, sono alcuni degli adolescenti che sostenuti dai genitori hanno partecipato quest’anno al progetto denominato “ Diventa volontario, dona un po’del tuo tempo” promosso dell’assessorato ai Servizi alla Persona e alla Famiglia. Per il secondo anno consecutivo l’amministrazione ha ripetuto un’iniziativa rivolta durante la stagione estiva ai ragazzi liberi da impegni scolastici. 12 associazioni di volontariato e promozione sociale che lavorano sul territorio in ambiti diversi, sociale, culturale, artistico, educativo o legato a tematiche ambientali, hanno preso parte al progetto mettendo a disposizione competenze e professionalità a favore dei giovani riccionesi.

Tomas di 16 anni, ha concluso giovedì 30 agosto la sua esperienza alla Fondazione Cetacea. “ Dopo aver trascorso la scorsa estate a contatto con le tartarughe e con il pubblico che ogni giorno frequenta il Centro, ho scelto di tornare anche quest’anno per ripetere l’esperienza di volontario. Prima con il progetto di alternanza scuola lavoro, poi con l’iniziativa del Comune, accogliendo il suggerimento dei miei genitori, ho trascorso un’estate ricca di stimoli. Ho passato i pomeriggi con altri ragazzi e con il personale della Fondazione svolgendo svariate mansioni: alimentare le tartarughe con sardoncini, molluschi e piccoli calamari, dare informazioni ai turisti e assistere ai rilasci in mare. Credo che ripeterò l’esperienza anche la prossima estate. Con il passaparola anche un mio amico ha deciso di trascorrere il mese di agosto con noi volontari”.

I bambini sono stati invece la scelta di Emma che assieme alla cugina Anita ha concluso oggi la sua attività di volontaria al Centro estivo dell’associazione Centro 21.  “Ogni mattina - racconta Emma - ho impegnato il mio tempo a fianco dei bambini, la mia grande passione, con giochi, laboratori con colla e carta, e gite in spiaggia. Rispettando ogni giorno orari precisi e mansioni divertenti questa esperienza mi ha reso più responsabile, mi sono sentita più grande, un’esperienza emozionante.” L’obiettivo dell’amministrazione, che anche il prossimo anno manterrà questo progetto,è consistito nel sensibilizzare e avvicinare i giovani al mondo del volontariato dove solidarietà e rispetto per il prossimo sono valori basilari di crescita personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento