Contestazione al ministro Cancellieri, indagine per nove attivisti

La procura di Rimini ha aperto un'indagine a carico di nove persone coinvolte nelle contestazioni al ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri in occasione della sua visita in città il 17 novembre scorso, Giornata della legalità

La procura di Rimini ha aperto un'indagine a carico di nove persone coinvolte nelle contestazioni al ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri in occasione della sua visita in città il 17 novembre scorso, Giornata della legalità. Le nove persone, appartenenti al gruppo PazProject, sono indagate per resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata. Durante l'intervento del ministro, avevano provato a stendere degli striscioni e una delle manifestanti aveva preso la parola per chiedere numeri identificativi su caschi e divise delle forze dell'ordine.

Gli attivisti definiscono i provvedimenti nei loro confronti "repressivi che hanno dell'improbabile" e replicano: "Dietro quello striscione che hanno tentato di strapparci e sottrarci c'erano e ci sono le migliaia di persone che ogni giorno subiscono la repressione violenta del controllo e della normazione per aver deciso da che parte stare, per aver scelto di battersi per una società più giusta, a misura delle persone e non dei profitti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Il Comune pronto a demolire balconi trasformati in verande e sale da pranzo coperte

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

  • Truffatore seriale arrestato a Rimini, su di lui un mandato di cattura europeo

Torna su
RiminiToday è in caricamento