Contestazione al ministro Cancellieri, indagine per nove attivisti

La procura di Rimini ha aperto un'indagine a carico di nove persone coinvolte nelle contestazioni al ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri in occasione della sua visita in città il 17 novembre scorso, Giornata della legalità

La procura di Rimini ha aperto un'indagine a carico di nove persone coinvolte nelle contestazioni al ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri in occasione della sua visita in città il 17 novembre scorso, Giornata della legalità. Le nove persone, appartenenti al gruppo PazProject, sono indagate per resistenza a pubblico ufficiale e manifestazione non autorizzata. Durante l'intervento del ministro, avevano provato a stendere degli striscioni e una delle manifestanti aveva preso la parola per chiedere numeri identificativi su caschi e divise delle forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli attivisti definiscono i provvedimenti nei loro confronti "repressivi che hanno dell'improbabile" e replicano: "Dietro quello striscione che hanno tentato di strapparci e sottrarci c'erano e ci sono le migliaia di persone che ogni giorno subiscono la repressione violenta del controllo e della normazione per aver deciso da che parte stare, per aver scelto di battersi per una società più giusta, a misura delle persone e non dei profitti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • A spasso sulla battigia azzanna gli agenti della polizia di Stato

Torna su
RiminiToday è in caricamento