Coppia di rapinatori arrestata dalla polizia di Stato, a loro carico si sospettano diversi colpi

L'ultima rapina ai danni di un negozio di abbigliamento nella zona mare di Rimini è stata fatale per i malviventi

L'ultima rapina è stata fatale per una coppia di malviventi, entrambi del napoletano, arrestati dal personale della polizia di Stato nel pomeriggio di sabato. I due, col volto travisato e armati di taglierino, sono entrati in azione verso le 15 in un negozio di abbigliamento di viale regina Elena. Dopo aver minacciato con la lama la commessa, si sono fatti consegnare i soldi per poi fuggire facendo perdere le loro tracce. Individuati verso le 16 nella zona della stazione ferroviaria da una Volante, probabilmente arrivati sul posto per acquistare degli stupefacenti, sono stati bloccati dagli agenti. Trovati in possesso sia della lama che dei contanti asportati nel negozio, sono stati arrestati su disposizione del pubblico ministero Davide Ercolani. Gli inquirenti sospettano che siano gli stessi autori di una serie di rapine commesse ai danni di alcune farmacie tra il 5 e il 17 gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

Torna su
RiminiToday è in caricamento