Coronavirus, il decalogo dei pediatri per organizzare la giornata dei bambini

"E' necessario impostare uno schema preciso, dal risveglio fino a sera, nel rispetto di quelli che erano gli orari prima dell'epidemia"

Con l'avvento di aprile e le nuove indicazioni fornite ieri dal ministero dell'Interno per la popolazione dei più 'piccoli', per famiglie, genitori ed esperti, sbarca online il decalogo con i consigli della Società italiana di Pediatra (Sip), fornito alla Dire dal presidente Alberto Villani. Va ricordato che, in merito alla 'passeggiata all'aperto con i bambini', nelle regioni dove la situazioni dei contagi è più grave, come in Emilia Romagna, vige la restrizione più ferrea e infatti in Provincia di Rimini i sindaci e il presidente Riziero Santi hanno ribadito il no alle uscite.

Il decalogo

1 - In primis occorre organizzare la giornata secondo uno schema preciso - dal risveglio fino all'ora di andare a dormire - tutto nel rispetto di quelli che erano gli orari pre-coronavirus.
2 - Bisogna poi "evitare di tenere sempre accesa la televisione o la radio, selezionando, invece, ogni giorno cosa vedere. È molto importante- spiegano i pediatri- evitare che si guardino sempre argomenti che trattino del coronavirus"
3 - Se si dispone di spazi all'aperto, come terrazzi, giardini e cortili, si può "programmare un'ora di attività libera, ma sempre nel rigoroso rispetto del distanziamento sociale, che - ricordano gli esperti- non è necessario tra i conviventi non a rischio".
4 - E ancora, lo spunto è quello di "coinvolgere i bambini nelle attività domestiche, come ad esempio il riordinare. Il tutto sempre in rapporto all'età del piccolo".

5 -  "Coltivare o iniziare un hobby che sia una collezione, l'ascolto di musica o progetti inerenti l'arte". Così da coinvolgere il bambino in attività differenti.
6 - Insegnare loro a cucinare, in rapporto all'età, e a mangiare (cosa, quanto e come)", scrivono i pediatri.
7 - "Nel rispetto del distanziamento sociale, poi, se possibile (solo nelle Regioni dove non vige la restrizione come in Emilia Romagna), farsi accompagnare a fare la spesa insegnando ai bambini come si fa".
8 - "Coltivare l'igiene personale in autonomia" è un altro dei punti importanti sottolineati dalla Sip. "Dal lavaggio delle mani a quello dei denti, passando per doccia o bagno". Inoltre, occorre insegnare ai più piccoli anche "l'igiene degli ambienti, cambiare aria almeno due volte al giorno" in casa.
9 - Anche lo sport in casa assume una sua rilevanza. "Insegnare a svolgere attività motoria in casa almeno un'ora al giorno" è importante e, "se possibile - consigliano gli esperti - farlo a finestra aperta". 10. L'ultimo spunto della Sip è quello di 'Raccontarsi'. "Ogni componente familiare, infatti, può provare a raccontare qualcosa a turno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A conclusione del decalogo da seguire per avere sempre più spunti su come è più indicato comportarsi con i bambini in queste settimane difficili, la Società italiana di Pediatria fornisce, inoltre, un possibile schema della giornata - come consigliato al primo punto - per organizzare le proprie ore e quelle dei bambini nel miglior modo possibile, in questi giorni di emergenza Covid-19. All'inizio, scrive il presidente Villani, "c'è la sveglia e il bagno", a cui segue "la colazione che ricomprende lo sparecchiare, il mettere in ordine e il lavaggio dei denti". Si passa poi a tutto il comparto "dell'igiene personale, delle attività domestiche e quelle scolastiche". Fino al contatto telefonico o video, poi, "con amici e parenti". Ed è già l'ora di pranzo. A questo punto il bambino "pranza e ancora una volta, aiuta a sparecchiare e mettere in ordine". In seguito può concedersi un po' di svago. Dopo pranzo i più piccoli si possono dedicare "ad attività libera, dalla televisione al computer, per poi tornare alle attività scolastiche" fino all'orario della merenda. Nuovamente, con la merenda, la Sip consiglia che i più piccoli aiutino sempre a "sparecchiare, mettere in ordine e poi a lavarsi i denti". Dal tardo pomeriggio in poi, ci si può invece dedicare - secondo lo schema fornito dai pediatri - "dal tempo passato in cortile o in terrazzo". Per concludere, si possono guidare i più piccoli "nelle attività ludico-ricreative" fino all'ora di cena. Per poi riproporre la corretta "igiene personale e la lettura di un libro o di una favola" prima di andare 'finalmente' al letto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Contributi a fondo perduto per migliorare e modernizzare negozi, bar e ristoranti

Torna su
RiminiToday è in caricamento