Dalla Regione attestato di merito alle associazioni di volontariato

Assegnato un riconoscimento alle associazioni di volontariato per “l’insostituibile attività svolta al servizio della società regionale e per i valori che esse esprimono”

Un riconoscimento alle quasi 3 mila associazioni di volontariato che operano sul territorio dell’Emilia-Romagna, per “l’insostituibile attività svolta al servizio della società regionale e per i valori che esse esprimono”. Nell’Anno europeo del Volontariato (e in coincidenza con l’Anno internazionale del Volontariato proclamato dall’Onu), l’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna ha voluto manifestare “la propria attenzione e vicinanza alle tante realtà che con spirito di servizio e dedizione umana e civile operano in questo settore”, con un ‘Attestato di merito’ che è stato consegnato a Bologna, nella sede dell’Assemblea, ai presidenti dei Centri provinciali di servizio per il volontariato, in qualità di rappresentanti di tutti le associazioni di volontariato operanti in ciascuna delle nove province emiliano-romagnole. 

“Il vostro è un lavoro prezioso e insostituibile - ha sottolineato il presidente dell’Assemblea, Matteo Richetti, rivolgendosi ai rappresentanti del volontariato – un lavoro che è motivo di particolare orgoglio per la nostra comunità regionale e che costituisce uno dei tratti distintivi del nostro patrimonio democratico e solidaristico. Con la consegna di questo attestato – ha aggiunto Richetti - a nome di tutta l’Assemblea legislativa intendiamo sottolineare il ruolo di rappresentanza di una realtà, così numerosa e diffusa, il cui profilo si caratterizza per l’attenzione verso gli altri e il farsene carico, in controtendenza rispetto ad un contesto in cui molti hanno la tentazione di chiudersi nei propri bisogni e interessi”.

Un sentito ringraziamento per “l’importante riconoscimento” è stato espresso a più voci dai presidenti dei Centri provinciali di servizio per il volontariato presenti all’incontro, dai quali è emersa anche la sottolineatura della necessità di operare in modo integrato con le istituzioni, cui compete la programmazione, per poter affrontare i bisogni che in modo sempre più pressante emergono sul campo.

Accanto al presidente Richetti, che ha assicurato “disponibilita istituzionale e politica”, erano presenti all’incontro i membri dell'Ufficio di Presidenza Maurizio Cevenini, Roberto Corradi, Sandro Mandini e Mario Mazzotti. Hanno ricevuto l’attestato: Pier Luigi Stefani, presidente di Volabo (Bologna), Alberto Fiorini, presidente di Agire Sociale (Ferrara); Gilberto Bagnoli, presidente Ass.i.pro.v (Forlì-Cesena); Angelo Morselli, presidente di Volontariamo (Modena); Fabio Fabbro, presidente di Forum Solidarietà (Parma); Valeria Parietti, presidente di Svep (Piacenza); Tito Gobbi, presidente di Dar Voce (Reggio Emilia); Enzo Pastore segretario di Volontarimini (Rimini). L’attestato di merito dell’Ufficio di Presidenza sarà recapitato in questi giorni a tutte le associazioni di volontariato dell’Emilia-Romagna.

Le associazioni di volontariato emiliano-romagnole iscritte ai registri provinciali sono attualmente 2.919. La distribuzione nelle nove province registra la massima presenza a Bologna, dove sono presenti 606 associazioni. A seguire Parma con 406, Modena con 370, Forlì-Cesena con 318, Reggio Emilia con 273, Ravenna con 272, Ferrara con 249, Piacenza con 230, Rimini con 195. I principali ambiti in cui operano sono quelli dell’assistenza sociale (1.154, pari a circa il 40%) e quello della sanità (925, circa il 32%).

Vengono poi quelle che si occupano di ambiente, in particolare della promozione e valorizzazione dei beni ambientali (250), quelle impegnate nella protezione civile (246) e, a seguire, le associazioni operanti nella tutela dei diritti (182), quelle presenti nell’ambito della cultura, che mirano alla promozione e valorizzazione dei beni culturali (84) e le realtà specializzate nel settore dell’istruzione e della ricerca (64). Un numero più ridotto si occupa di filantropia in generale o di promozione del volontariato e altre si occupano della promozione dello sport finalizzato a obiettivi di solidarietà e integrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il numero complessivo dei soci iscritti alle varie organizzazioni è di oltre 831 mila, pari al 18,75% del totale della popolazione residente in Emilia-Romagna all’1 gennaio 2011. Di questi, oltre 107 mila sono soci attivi che prestano con regolarità la loro opera per il raggiungimento delle finalità dell’associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Contributi a fondo perduto per migliorare e modernizzare negozi, bar e ristoranti

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

  • Cade da un'impalcatura e impatta dopo un volo di 5 metri: grave un operaio

Torna su
RiminiToday è in caricamento