Danni dal nevone del 2018, stanziati quasi 500mila euro

Per i comuni della Valmarecchia dalla regione 189.104 euro che vanno ad integrare i 197mila euro di provenienza statale

Nuove risorse, quasi un milione di euro, per fronteggiare le emergenze e tornare alla normalità nei comuni colpiti dai violenti fenomeni di maltempo che hanno interessato l’Emilia-Romagna nel corso di quest’anno. A partire dalle nevicate e dal gelicidio di febbraio e marzo 2018 in Valmarecchia, nel riminese, dove oltre alla messa in sicurezza delle strade e alla ripulitura e rimozione dai detriti, gli interventi riguarderanno le spese sostenute dai Comuni per l’assistenza alla popolazione, la sicurezza di edifici pubblici, l’allestimento o adattamento di scuole e palestre, indispensabili per far tornare alla normalità i ragazzi e i bambini dei paesi colpiti e le loro famiglie.    

È quanto prevede il provvedimento approvato nell’ultima seduta dalla Giunta regionale, con uno stanziamento di quasi un milione di euro per interventi di messa in sicurezza di strade, infrastrutture, scuole, edifici pubblici e privati. Si tratta di contributi che la Regione riserva alla gestione delle emergenze, la tutela dell’incolumità pubblica e il ritorno alla normalità, anche a sostegno dei Comuni e della Protezione civile che sono ricorsi a mezzi e misure straordinarie.

“Con questo provvedimento la Regione dà risposta alle criticità più urgenti aperte sul territorio emiliano-romagnolo- afferma l’assessore regionale a Protezione civile e Difesa suolo, Paola Gazzolo -. Il pacchetto di interventi, oltre a quelli relativi alla viabilità e al consolidamento dei versanti, comprende anche il recupero o l’allestimento di scuole primarie e secondarie e di palestre scolastiche, per consentire l’ordinario svolgimento delle attività educative nella garanzia della massima sicurezza”.

La Regione contribuisce alle spese sostenute da otto Comuni della Valmarecchia per la gestione dell'emergenza neve e gelicidio di febbraio e marzo 2018 con risorse pari a 189.104 euro che vanno ad integrare i 197mila euro di provenienza statale, stanziati con l’ordinanza 533 del 2018. I Comuni beneficiari dell’integrazione regionale sono: Casteldelci (19.044 euro), Maiolo (10.992), Novafeltria (34.916 euro), Pennabilli (31.826 euro), Poggio Torriana (11.049 euro), San Leo (30.400 euro), S. Agata Feltria (42.795 euro), Talamello (8.082 euro)./OC

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Non rispettano l'alt dei Carabinieri: folle inseguimento per le vie della città

  • Le punta un coltello alla gola per rapinarla: lei non si perde d'animo e lo fa arrestare

  • Maturità 2019, tutti i diplomati del liceo scientifico Einstein: tanti i "bravissimi"

  • Autovelox sulla SS16, il comune di Bellaria mette il "punto" sui limiti di velocità

Torna su
RiminiToday è in caricamento