Del Piccolo (Ugl): “Subito convocazione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza"

Dopo il duplice stupro di gruppo avvenuto a Rimini si chiedono "Controlli straordinari contro l'immigrazione clandestina”

“Le rassicurazioni del sindaco di Rimini Andrea Gnassi non sono sufficienti. La ragazza stuprata da un gruppo di stranieri sulla spiaggia di Miramare chiede giustizia e con lei tutte le donne che non si sentono più sicure nei luoghi pubblici. Non basta la solidarietà 'pelosa' dell'amministrazione comunale, è necessaria una risposta dell'ente pubblico anche sul versante dei controlli. E' necessario investire in uomini e mezzi per garantire il controllo del territorio e dell'ordine pubblico in città. Si deve avviare una campagna contro l'immigrazione clandestina. Troppi stranieri irregolari trovano sistemazioni di fortuna in alloggi diroccati e casa sfitte e da lì lanciano la sfida alla città, con spaccio di droga, furti e aggressioni alle persone perbene. E' ora di dire basta”: commenta Emanuela Del Piccolo, segretario territoriale del sindacato Ugl di Forlì-Cesena e Rimini in merito alla brutale aggressione di Miramare. Le indagini per identificare gli autori dell'aggressione sono affidate al Questore Improta. La pista investigativa conduce verso la malavita degli spacciatori magrebini. Il sindaco di Rimini ha ricolto un appello ai cittadini affinché collaborino con le forze dell’ordine segnalando ogni elemento che possa essere utile all’indagine.

“E noi ribadiamo che tocca principalmente alle forze dell'ordine ed alle istituzioni combattere il crimine! Tocca anche all'amministrazione comunale garantire il controllo dell'ordine pubblico attraverso adeguati stanziamenti di denaro per implementare il personale della Polizia Municipale e allargare la rete della videosorveglianza in città”: aggiunge Emanuela Del Piccolo. Il sindacato Ugl di Forlì-Cesena e Rimini esprime alla ragazza stuprata ed al suo fidanzato la massima solidarietà e il più vivo sostegno morale, e al contempo chiede al sindaco di Rimini Andrea Gnassi di calendarizzare immediatamente una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, in prefettura, che è il luogo deputato per disporre un programma straordinario di controllo interforze del territorio - con particolare attenzione ai luoghi di aggregazione di stranieri - al fine di prevenire e contrastare l’immigrazione clandestina, i reati predatori e le aggressioni ai cittadini ed ai turisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un piano straordinario di controllo che il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica deve avviare – nell'auspicio dell' Ugl di Forlì-Cesena e Rimini - non soltanto per contrastare l’immigrazione irregolare, ma anche le altre forme di criminalità che attingono dal circuito della clandestinità. Infine, Emanuela Del Piccolo ha annunciato che la segreteria del sindacato si metterà al lavoro per organizzare a Rimini un convegno aperto a personalità nazionali sul problema della criminalità e dell' immigrazione clandestina”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento