Dipendente delle Poste accusata di aver ripulito i conti correnti degli utenti

Un ammanco di quasi 60mila euro rischia di inguaiare anche la direttrice della filiale

Un ammanco di quasi 60mila euro dai conti correnti degli utenti di un ufficio postale del riminese potrebbe costare il processo a una impiegata delle Poste e alla direttrice della filiale alle quali è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. La vicenda inizia nel 2015 quando, sui libretti delle vittime tutte anziani pensionati, iniziano ad apparire degli strani movimenti che si risolvono invariabilmente con la sparizione del denaro. E' un anziano, forse il più arzillo del gruppo, che per primo si accorge della mancanza di fondi ma quando si rivolge all'impiegata, una 50enne, per avere delle risposte la scusa è sempre la stessa: ci sono stati degli errori coi terminali e la somma verrà riaccreditata. Anche altre vittime vengono blandite dalla donna con una serie di chiacchiere tanto che, alla fine, decidono di rivolgersi alla direttrice, una 59enne, che però invece di difendere i clienti derubati sconsigliato a tutti di sporgere denuncia contro l’impiegata e, allo stesso tempo, non aveva mai informato la sede centrale degli ammanchi.

E' stata una coppia di anziani la prima a rompere il muro di omertà su quello che accadeva nell'ufficio postale sporgendo un reclamo il quale, a sua volta, aveva dato il via a una serie di accertamenti che avrebbero portato alla luce ammanchi per 60mila euro. L'impiegata infedele, già licenziata dalle poste, adesso rischia il processo per peculato mentre sulla direttrice pende l'accusa di favoreggiamento. Sarà il pubblico ministero che indaga, adesso, a valutare se le prove raccolte durante l'indagine sono sufficenti a chiedere il rinvio a giudizio di entrambe le donne.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Non rispetta i limiti d’altezza e fa un disastro nel sottopasso distruggendo il furgone

Torna su
RiminiToday è in caricamento