Emporio Rimini, nel 2018 assistite 1.386 persone. 2.343 spese effettuate

Nel corso del 2018 le famiglie che hanno potuto fare la spesa tra le corsie dell’emporio solidale sono state 335 per un totale di 1386 assistiti

Sono 1386 le persone assistite dall'Emporio Rimini nel 2018. I numeri parlano di 2.343 spese effettuate, più di 64 mila prodotti distribuiti; mentre sono stati 442 i minori accolti. "Un progetto figlio di una logica diversa di welfare - spiega Gloria Lisi, assessore alla protezione sociale del  Comune di Rimini - dove pubblico e privato convivono nell’ottica di sostenere non tanto la povertà estrema, ma quella relativa, figlia di difficoltà contingenti, puntando sulle capacità di autonomia delle persone".

Nel corso del 2018 le famiglie che hanno potuto fare la spesa tra le corsie dell’emporio solidale sono state 335 per un totale di 1386 assistiti. Nella sua evoluzione, L’#emporiorimini ha creato al suo interno uno spazio bimbi che, nel 2018, ha accolto  441 i minori, di cui  il 16,5% bimbi dai 0 ai 4 anni. Un dato che testimonia le nuove problematiche legate alla genitorialità e i relativi servizi richiesti da parte soprattutto da donne che faticano nel conciliare lavoro e carico familiare.

Degli adulti presenti 483 sono femmine, 462 maschi; la fascia d’età maggiormente rappresentata è quella dai 35 ai 44 anni. Le famiglie accedono principalmente attraverso l’invio dalla caritas diocesana e le caritas parrocchiali (185);  i servizi sociali o  sociosanitari dell’Ausl Romagna (81) o attraverso le associazioni che collaborano con il progetto (65). Più della metà dei nuclei è seguito da alcuni servizi, principalmente in carico ad alcuni servizi sociali, sociosanitari e socioassistenziali. Più della metà dei nuclei è seguito da alcuni servizi.

Nel corso del  2018 l’Emporio Rimini è stato aperto 210 volte ed ha erogato 2343 carrelli. "Negli anni - conclude Gloria Lisi - abbiamo allargato il nostro paniere di prodotti che, oltre all’alimentare, si è arricchito con quelli per la cura personale e per la casa. Un progetto di comunità per la comunità, in cui ognuno, dai privati alle imprese, può decidere di partecipare”.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Il caffè troppo "nero" di un imprenditore: scoperta evasione per tre milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento