Evade dai domiciliari a Bologna e viene pizzicato dalla polizia a Rimini

Un 20enne è finito in manette dopo che si aggirava con fare sospetto lungo una strada

Nella mattinata di mercoledì le Volanti della polizia di Stato sono intervenute in via Lauretana poiché era stata segnalata una persona che con fare sospetto si aggirava fra le abitazioni della zona; bloccato l’individuo, un giovane di circa 20 anni di origini straniere ma nato a Rimini, gli agenti riuscivano a identificarlo non in virtù di un documento, di cui era sprovvisto, ma grazie ad una contravvenzione della ditta “Start Romagna” trovatagli addosso all’atto del controllo.

I successivi accertamenti permettevano di identificare compiutamente il soggetto, il quale risultava avere attiva a suo carico la misura coercitiva degli arresti domiciliari poichè tratto in arresto a Bologna lo scorso 4 aprile per un borseggio. Il giovane è stato quindi arrestato per il reato di evasione e condotto presso le camere di sicurezza della Questura. Nella mattinataè stato processato per direttissima e, il giudice, dopo aver convalidato l'arresto ha disposto il ripristino della misura degli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento