Frana di San Leo, Petitti (Pd): "Fondi contro il dissesto da Legge di stabilità e Ue”

"Il Ministero dell'ambiente può ottenere la finalizzazione di una quota significative delle risorse del fondo per la coesione già per l'anno 2014", spiega la parlamentare

“Importanti risorse per intervenire al più presto sulla frana di San Leo e per la prevenzione del dissesto idrogeologico possono venire dalla Legge di stabilità e dal nuovo ciclo di programmazione europea 2014-2020". Lo riferisce il deputato Pd riminese Emma Petitti, che dopo il crollo di una porzione di roccia che ha aperto un fronte di 150 metri sulla parete nord-est di San Leo si è immediatamente interfacciata con ministero dell'Ambiente, con la Regione e con il sindaco Mauro Guerra per verificare ogni possibile fonte di finanziamento.

"Il Ministero dell'ambiente può ottenere la finalizzazione di una quota significative delle risorse del fondo per la coesione già per l'anno 2014 - spiega la parlamentare -. Inoltre la Legge di stabilità per il 2014 prevede che il Ministro delegato alle politiche per la coesione territoriale, d’intesa con i ministri interessati, destini una quota parte delle risorse del Fondo per le politiche di coesione al finanziamento degli interventi di messa in sicurezza del territorio e in materia di politiche ambientali".

"Accanto al lavoro che sta svolgendo il tavolo interministeriale con la Regione, l’obiettivo è garantire un flusso di costante e certo di disponibilità per gli interventi di prevenzione del rischio idrogeologico e messa in sicurezza del territorio - aggiunge il deputato riminese -. La lotta contro il dissesto idrogeologico rappresenta il più grande investimento infrastrutturale che il nostro Paese ha in questo momento il dovere di compiere".

"Priorità deve essere anche la rimodulazione del Patto di stabilità per gli enti locali protagonisti di interventi contro il dissesto idrogeologico - conclude Petitti -. Vigileremo affinché il ministero non sottovaluti quanto accaduto a San Leo e favorisca il più rapido avvio degli interventi di messa in sicurezza del territorio e riduzione del rischio".
 

Potrebbe interessarti

  • "L'ingresso della città tra incuria, degrado e inciviltà"

  • Bagno in mare dopo mangiato: quanto aspettare?

  • Alternative al Caffè: 9 sostitutivi energizzanti e salutari

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Le 'polpette di mammà' come a casa: la prima polpetteria della Romagna apre a Rimini

  • Fioritura di alghe, il mare di Rimini si tinge di rosso

  • Tremendo frontale, due feriti in gravi condizioni dopo lo schianto

  • Torna in mare il "Brilla&Billy", lo yacht di Lucio Dalla per anni in darsena a Rimini

  • Autovelox sulla SS16, il comune di Bellaria mette il "punto" sui limiti di velocità

  • Maturità 2019, tutti i diplomati del liceo scientifico Einstein: tanti i "bravissimi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento