Vapori urticanti, emergenza in piscina: circa 20 intossicati, tra cui bambini e disabili

Diversi bambini hanno iniziato ad avere problemi respiratori e sul posto si sono precipitate 6 ambulanze

Fuggi fuggi generale e scompiglio alla piscina di via Falcone a Santarcangelo, mercoledì mattina. Intorno alle 11, infatti, si è sprigionata nei locali della struttura una nube di vapori urticanti, probabilmente causata da un uso o un dosaggio erroneo dei prodotti usati per la pulizia e i disinfettanti, come il cloro e altri acidi. Diversi bambini hanno iniziato ad avere problemi respiratori e sul posto si sono precipitate numerose ambulanze  e auto medicalizzate da tutta la Romagna meridionale. Due in particolare sarebbero le situazioni più gravi, comunque in nessun caso in pericolo di vita. In  totale sono 19, tra gli adulti e i bambini, le persone  smistate tra gli ospedali di Rimini, Santarcangelo e Cesena. Tra di loro anche alcuni disabili.

Non sono situazioni nuove purtroppo. Con modalità molto ridotte è avvenuta la stessa cosa in una piscina di un hotel di Cesenatico, lunedì pomeriggio. Nel luglio di due anni fa 5 persone rimasero intossicate in una piscina del Forlivese per il mix di prodotti disinfettanti che non dovevano entrare in reazione tra loro.  Sono in corso accertamenti per capire l'esatta dinamica dei fatti e, sul posto, è intervenuto anche il personale dell'Ausl per controllare i livelli di cloro nell'acqua.

QUI GLI AGGIORNAMENTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mamma e figlia investite da un'auto sulla strada per andare a scuola

  • Rinaldini svela gli ingredienti della "Torta dei sogni", il dolce per Fellini offerto in piazza

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Rimini e Forlì

  • Elezioni Regionali 2020 Emilia-Romagna, la guida: ecco come si vota, le liste e i nomi dei candidati

  • Oggi Simoncelli avrebbe compiuto 33 anni: buon compleanno Sic

  • In casa oltre 33mila euro falsi, autotrasportatore arrestato dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento