Giovani studenti riminesi alla finale del BeLIeVE, il primo Film Festival di short movies

Il loro corto, "Il ri(s)catto dei social" è stato selezionato tra 21 lavori arrivati da tutta Italia

Con il loro corto sul tema dei social sono arrivati fino alla finale del BeLIeVE, il primo Film Festival di short movies tenutosi a Verona, i quattro studenti riminesi alla loro prima esperienza davanti e dietro la macchina da presa. Una grande soddisfazione per il regista Luigiantonio Perri, che è stato anche lo sceneggiatore, Francesco Pelusi, che si è occupato delle luci e dell'audio, e i due attori Domenico Talerico e Edoardo Bruschi. I giovani riminesi sono stati selezionati tra 21 partecipanti, dai tredici ai diciannove anni, che hanno raccolto la sfida di dire la loro producendo un film della durata massima di 15 minuti. "L'idea era quella di dare l'idea dei social come degli oggetti - ha spiegato il regista Luigiantonio Perri - e come tutti gli oggetti è l'uomo che li deve sfruttare in maniera giusta. Spesso ci tolgono molto tempo che non trona più indietro e, quindi, vanno gestiti bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Rimini è tra le 4 province in cui vince Borgonzoni, che stacca di poco Bonaccini. Successo dei no-vax

  • La partita dei Comuni finisce 20 a 5 per Lucia Borgonzoni

Torna su
RiminiToday è in caricamento