Il Comune di Riccione chiederà il fallimento della società in liquidazione I-Cos Srl

nell’aprile del 2010 aveva stipulato il contratto di compravendita per l’immobile appartenente al patrimonio comunale delle ex scuole medie Manfroni

Il Comune di Riccione presenterà un’istanza di fallimento al Tribunale di Urbino, compente per il territorio, della società I-Cos srl di Pesaro attualmente in liquidazione. Come è noto la società in questione nell’aprile del 2010 aveva stipulato in contratto di compravendita con il Comune di Riccione avente ad oggetto l’immobile appartenente al patrimonio comunale delle ex scuole medie Manfroni per un importo di 9 milioni e 777 mila euro da pagare in 4 rate annuali da 5.866.200,00. L’ultima rata del prezzo stabilito però è stata parzialmente corrisposta alla scadenza e la parte di saldo pari a 855.400 euro oltre agli interessi maturati sulle dilazioni per un totale complessivo di 1.102.514,41 che doveva essere corrisposta entro l’ottobre del 2015 non è stata versata alla scadenza e neanche successivamente. Nonostante la procedura attivata con relativo decreto ingiuntivo, la società non ha versato il dovuto, risultando così ancora a fine 2019, debitore nei confronti del Comune di Riccione di 1.171.077,57 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento