Il Comune di Rimini approva le agevolazioni tariffarie per il servizio idrico per le fasce deboli

L'avviso recepisce e si adegua al nuovo regolamento Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti) in materia di agevolazioni tariffarie per il servizio idrico rivolto alle utenze deboli

Il Comune di Rimini ha approvato il nuovo “avviso di raccolta domande per l'assegnazione di rimborsi relative alle utenze idriche per gli anni 2013-2014 in favore dei nuclei famigliari a basso reddito”. L'avviso recepisce e si adegua al nuovo regolamento Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti) in materia di agevolazioni tariffarie per il servizio idrico rivolto alle utenze deboli. Tra le novità introdotte l'innalzamento della soglia reddituale massima di ammissione (rappresentata dall'indicatore Isee del nucleo famigliare), che passa dai 7.500 euro del precedente avviso, ai 10mila euro dell'attuale.

Possono dunque presentare domanda per l’erogazione dei rimborsi agli utenti domestici residenti con contratto di fornitura diretta o condominiale, che risultino essere in possesso di un valore Isee del nucleo (indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 10mila euro. Le domande si raccoglieranno dal 13 ottobre fino il 28 novembre. E’ possibile presentare la domanda presentandosi direttamente agli uffici, oppure inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, al seguente indirizzo: - Comune di Rimini – Servizio di Protezione Sociale Ufficio Bandi e Isee – Via Ducale, 7– 47921 Rimini. Per le domande e le certificazioni inviate via posta farà fede la data del timbro postale.

Alla domanda andranno allegati in copia già prodotta l'attestazione Isee in corso di validità re sue successive modificazioni ed integrazioni; una bolletta acqua, riportante il numero di Contratto e il Codice Cliente; ed un documento di identità. Per i cittadini extracomunitari, copia del permesso di soggiorno in corso di validità o documentazione che ne comprovi il rinnovo. Sono ammessi d’ufficio senza necessità di presentare nuova domanda, tutti gli utenti risultati idonei al Bando terminato il 30 aprile scorso relativo alla richiesta dei rimborsi idrici anni 2011/2012.

Le agevolazioni sono previste nella misura massima (rideterminabile al ribasso da Atersir) nel caso in cui le domande non trovino capienza nel fondo) di 60 euro per ogni componente del nucleo famigliare (fino a un massimo di 8 componenti) in presenza di un indicatore Isee minore o uguale a 2.500 euro; 40 euro per ogni componente del nucleo famigliare (fino a un massimo di 8 componenti) in presenza di un indicatore Isee maggiore di 2.500 euro e minore uguale a 10.000 euro. I rimborsi verranno riconosciuti come deduzione sulle bollette 2015 del servizio idrico integrato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Il ministro dell'Istruzione: "L'anno scolastico sarà valido"

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

Torna su
RiminiToday è in caricamento