Il Pd Santarcagelo rilancia: "Serve un'Unione più snella, deve dividersi tra alta e bassa valle"

"Un'unione non più a dieci ma a tre, dobbiamo accorparci con Verucchio e Poggio Torriana pur mantenendo collaborazioni e sinergie con tutti i Comuni della vallata"

Un’Unione più snella e focalizzata alle esigenze del territorio, non più a 10 ma a tre insieme a Verucchio e Poggio Torriana pur mantenendo attivi confronto, collaborazione e sinergie in temi cardine quali quelli turistici con tutti i Comuni della vallata. Il Partito Democratico di Santarcangelo torna a sostenere la necessita dello sdoppiamento dell’attuale forma aggregativa con un accorpamento di bassa e uno di alta valle: tema già sostenuto in campagna elettorale e ribadito lunedì sera in consiglio comunale con gli interventi di Francesca Paesini e della capogruppo Paola Donini, che hanno motivato nei seguenti termini il voto favorevole al punto all’ordine del giorno poi approvato dall’assise. “Le nostre amministrazioni in questi anni hanno sempre creduto e sostenuto la nascita delle gestione delle forme associate dei servizi, ovvero le Unioni di comuni, al fine di garantire una maggiore qualità e uniformità nella gestione dei servizi con particolare riferimento a quelli sociali. A questo punto e con l’esperienza maturata in questi 5 anni di Unione a 10 riteniamo importante aprire una nuova fase, non scontata o più facile, ma necessaria. Una fase che ci permetta di mettere a fuoco quale sia il miglior assetto istituzionale della nostra vallata. In questa fase, senza rinnegare gli sforzi degli ultimi anni, riteniamo che sia utile provare a cambiare passo e scommettere su una gestione più omogenea dal punto di vista territoriale al fine di rispondere nel migliore dei modi alle esigenze dei nostri cittadini. Abbiamo bisogno di creare un’Unione più snella e capace di superare i limiti evidenziati dallo studio citato in delibera. Con questo non vogliamo chiudere tutti i ponti, su alcune tematiche saremo comunque chiamati al dialogo e al confronto come abbiamo fatto per il nuovo marchio turistico della Valmarecchia. Come ho già detto la creazione di questi due nuovi ambiti sarà impegnativo e non scontato, chiediamo quindi alla giunta di aggiornare e coinvolgere costantemente tutti i gruppi consigliari nell’evolversi di questa partita. Dal nostro gruppo arriverà parere favorevole, tra l’altro questo passaggio di revisione dell’assetto dell’Unione era un forte impegno del nostro programma elettorale”.

Minuto di silenzio per il popolo curdo In apertura di consiglio comunale i gruppi consigliari di Partito Democratico (Paola Donini, Cristina Fabbri, Marco Fabbri, Maicol Forcellini, Michela Mussoni e Francesca Paesini), Più Santarcangelo (Tiziano Corbelli, Giorgio Ioli e Michela Zoffoli) e Pensa, Una mano per Santarcangelo (Patrick Wild) hanno ha chiesto un minuto di silenzio a sostegno della popolazione curda e di quanto sta accadendo in Turchia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento