Il prefetto riceve il comandante interregionale dell'Arma Enzo Bernardini

L’alto ufficiale si è soffermato con puntualità e dettagliata conoscenza, sulle funzioni dell’istituto prefettizio, definendolo una pietra angolare del sistema istituzionale e del tessuto sociale di un territorio, riconoscendo in esso un punto di riferimento imprescindibile per tutte le istituzioni, sia civili che militari, ai diversi livelli di competenza

Il Gen. C.A. dei Carabinieri Enzo Bernardini, comandante Interregionale con giurisdizione per Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna, è stato ricevuto giovedì dal prefetto, accolto anche da tutti i dirigenti della sede. La visita del Generale dell’Arma, accompagnato dal Comandante Provinciale Giuseppe Sportelli, si è svolta all’insegna della massima cordialità, con reciproci interessi e comuni intenti.

L’alto ufficiale si è soffermato con puntualità e dettagliata conoscenza, sulle funzioni dell’istituto prefettizio, definendolo una pietra angolare del sistema istituzionale e del tessuto sociale di un territorio, riconoscendo in esso un punto di riferimento imprescindibile per tutte le istituzioni, sia civili che militari, ai diversi livelli di competenza. Il prefetto, dopo aver ringraziato il Generale Bernardini per l’attenzione rivolta alla sua persona e all’istituto di riferimento, ha evidenziato gli ottimi rapporti intessuti con il Comando Provinciale Carabinieri di Rimini – caratterizzati da una straordinaria collaborazione e forieri di risultati rilevanti – ed ha sottolineato la profonda attenzione al territorio che l’Arma è capace di portare attraverso i vari livelli di comando, dalle Stazioni alle Compagnie, che la rendono capillarmente presente – grazie all’impegno dei suoi militi – all’interno delle comunità con le quali si approccia con vero spirito di servizio.

Bernardini, che ha frequentato la Scuola Militare della “Nunziatella” di Napoli, l’Accademia militare di Modena, la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma e la Scuola di Guerra di Civitavecchia, ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza e la Laurea specialistica in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna. E’ stato anche insignito dell’onorificenza dell’Ordine nazionale della Legion d'onore (Ordre national de la Légion d'honneur), ordine cavalleresco istituito il 19 maggio 1802 da Napoleone Bonaparte, ossia dell’onorificenza più alta attribuita dalla Repubblica francese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • Metromare, ufficializzate le tariffe della tratta Rimini-Riccione

  • L'autobus fa salire i passeggeri alla fermata e una macchina lo tampona in pieno

  • Trasporto pubblico, gli autisti incrociano le braccia

  • Mare d'inverno, chiringuito e cupole sulla spiaggia di Riccione

  • I migliori pasticceri d'Italia secondo il Gambero Rosso: c'è anche un riminese

Torna su
RiminiToday è in caricamento