Il Questore Improta: "Con la spiaggia illuminata a Rimini non ci sarebbero stati problemi"

Il dirigente della Questura intervenuto a Bologna sulla settimana di fuoco che portò all'arresto del 'branco' autore dello stupro

"Mi sono sentito solo nel dover gestire e difendere un gruppo di lavoro che poteva essere messo in croce". Parola del questore di Rimini, Maurizio Improta, che oggi a Bologna è tornato sulla settimana di fuoco che portò all'arresto del 'branco' autore dello stupro di gruppo avvenuto in spiaggia alla fine di agosto. Sul palco del Premio letterario Franco Fedeli organizzato dal sindacato di polizia Siulp, Improta ha partecipato alla tavola rotonda "Donne obiettivo di violenza: il caso di Rimini. La cattura del branco tra sicurezza e certezza della pena". E non ha certo glissato sul tema delle pressioni esterne, una "strumentalizzazione" di quel crimine orrendo che mise a dura prova la questura riminese in quei giorni. "Notavo - spiega poi Improta ai cronisti - che all'esterno c'erano tante sollecitazioni di chi voleva dare un altro senso alla questione, perdendo di vista le vittime e perdendo di vista gli autori, ma creando esclusivamente un dibattito politico sulla estremizzazione della violenza degli stranieri o comunque sulla incapacità delle forze dell'ordine di dare risposte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Improta ha accennato anche ad un altro elemento: "Illuminare la spiaggia e abbassare il livello di degrado avrebbe cambiato forse qualcosa". Poi, di fronte alle telecamere, chiarisce: "con i 'se' e con i 'ma' non si va da nessuna parte, dico solo che dove siamo riusciti a fare sì che ci fosse meno isolamento nulla si è registrato. Dove qualcuno ha sottovalutato, ha ritenuto che fosse una mia esagerazione richiedere una maggiore illuminazione ahimè qualcosa è successo". Insomma, conclude il questore riminese, "se iniziamo ad illuminare e rendere vive certe zone saranno frequentate da persone che non devono delinquere".
(Agenzia Dire)

L'intervista al Questore di Rimini Maurizio Improta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

  • Notte Rosa, svelate le anticipazioni sull'edizione 2020

Torna su
RiminiToday è in caricamento