Imbratta un muro con la scritta "Sbirri morti": ma dietro di lui c'era una volante della Polizia

Nel corso della notte una pattuglia delle Volanti della Polizia di Stato ha fermato un giovane ventenne riminese, incensurato ed in compagnia di altri coetanei

(FOTO DI REPERTORIO)

Nel corso della notte una pattuglia delle Volanti della Polizia di Stato ha fermato un giovane ventenne riminese, incensurato ed in compagnia di altri coetanei conosciuti in ambito sportivo, che stava tracciando, con un pennarello rosso, sul muro di un negozio di calzature ubicato a Rimini - in zona mare - nei pressi del piazzale Benedetto Croce, la seguente scritta: “SBIRRI MORTI 10 100 1000 SBIRRI MORTI”.

Sul posto, alla vista dei poliziotti, il giovane tentava di disfarsi del pennarello occultandolo in una fioriera per poi allontanarsi; tuttavia, l’attenta condotta degli agenti non lasciava scampo al reo, che veniva identificato e denunciato in stato di libertà per oltraggio ad un Corpo dello Stato e deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Le attività di contrasto ai fenomeni di degrado urbano proseguiranno incessantemente anche nelle prossime giornate con l’ausilio degli equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, aggregati a Rimini di supporto alle pattuglie presenti per l’attività di prevenzione e controllo del territorio.

(FOTO DI REPERTORIO)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento