Inaugurato il centro sociale anziani a Gemmano

Edda Negri, sindaco di Gemmano, ha tagliato il nastro inaugurale del nuovo Centro Sociale Anziani di Gemmano, alla presenza di numerosi cittadini, dei soci fondatori del Centro Romolo Monti e Moreno Fantini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Edda Negri, sindaco di Gemmano, ha tagliato il nastro inaugurale del nuovo Centro Sociale Anziani di Gemmano, alla presenza di numerosi cittadini, dei soci fondatori del Centro Romolo Monti e Moreno Fantini, del parroco Joseph Matjs e di Vittorio Morolli, presidente provinciale Ancescao. La
cerimonia ha avuto inizio con un discorso di Romolo Monti che, per l'assenza causa malattia del presidente Luciano Tasini, si è assunto il ruolo "di padrone di casa". Con il suo iniziale intervento, Monti ha ringraziato il sindaco.

"Noi volontari - ha detto - interpretiamo la sua presenza come consenso e appoggio dell'amministrazione comunale alla fondazione di questo Centro Sociale". Ha tenuto inoltre precisare che il Centro non nasce con finalità di tipo commerciale ma intende svolgere un'attività di carattere sociale a vantaggio della comunità con particolare attenzione agli anziani.

Ha preso la parola successivamente il presidente provinciale Ancescao spiegando ai numerosi convenuti le attività che i Centri Sociali svolgono nella provincia di Rimini, ha poi invitato i presenti a tesserarsi all'Ancescao per potere accedere ai circoli di tutta la provincia godendo così dei loro molteplici servizi.

"Con la fondazione del vostro Centro - ha concluso - ora la nostra provincia può contare su 18 strutture a servizio degli anziani". Il sindaco ha a sua volta ringraziato i volontari del Centro per il loro meritorio impegno.

"L'amministrazione - ha aggiunto - non ha potuto aiutarvi concretamente, non per mancanza di volontà politica, ma per le difficili condizioni economiche in cui versa attualmente il nostro Comune. Approfitto, inoltre, di questo momento pubblico, per ringraziare tutte le altre associazioni di volontariato che, come voi, svolgono un ruolo di cittadinanza attiva".

Ha concluso con l'augurio che il Centro possa crescere e affermarsi nel realizzare tutte le sue finalità statutarie con una proficua collaborazione con l'amministrazione comunale. Dopodiché la signora Edda (così la chiamano confidenzialmente i sui cittadini) ha proceduto, con uno scroscio di applausi, al taglio del nastro tricolore, retto da due bimbi. Don Matjs ha poi benedetto la sede e tutti i presenti. Al termine Romolo Monti ha voluto omaggiare la signora Negri con un mazzo di fiori dicendo: "Accetti questo dono floreale signora Negri come donna e, in occasione dell'otto marzo, come prima cittadina renda partecipi dei nostri auguri tutte le donne di Gemmano". Sono stati, infine, tutti invitati a un brindisi collettivo attorno al tavolo del buffet, allestito per l'occasione nell'antistante piazzale del locale. Durante la festa alcuni volontari procedevano alla raccolta delle iscrizioni contando al termine del pomeriggio una lista di ben 70 neo tesserati.

 

Torna su
RiminiToday è in caricamento