Ciclista travolto sulle strisce pedonali muore dopo due settimane di agonia

Il cuore del 69enne ha smesso di battere mentre era ricoverato nel reparto di Rianimazione del "Bufalini" di Cesena

Il cuore di Renato Semprini, 69enne ex albergatore riminese, ha smesso di battere nel reparto di Rianimazione del "Bufalini" di Cesena dove era ricoverato dallo scorso 2 luglio in seguito a un grave incidente. Il decesso è arrivato dopo due settimane di agonia per le lesioni riportate nell'impatto con un'auto mentre, pare in sella alla sua bici, stava attraversando la strada sulle strisce ciclopedonali. Il sinistro si era verificato alla rotatoria tra la via Montescudo e la via Tirso, al Villaggio I Maggio, quando l'ex albergatore era stato centrato in pieno da un veicolo e, dopo essere stato caricato sul cofano, aveva sfondato il parabrezza dell'utilitaria per poi rovinare sull'asfalto. Soccorso dal 118, viste le sue condizioni era stato poi trasportato in eliambulanza nel nosocomio cesenate dove è avvenuto il decesso.

Potrebbe interessarti

  • I 10 top ristoranti dove mangiare sano più 3 ristoranti esclusivamente Bio

  • "Il parchetto di Miramare tra sbandati che bivaccano ed escrementi umani ovunque"

  • Lavare le mani: i 7 momenti in cui è fondamentale per evitare infezioni batteriche

  • Caldo in auto: ecco come viaggiare freschi

I più letti della settimana

  • Doppia scossa di terremoto fa tremare la provincia

  • Tenta di salvare il figlio dal suicidio, l'anziano padre in gravi condizioni

  • Fiamme nell'ex discoteca abbandonata, all'interno trovati bivacchi di fortuna

  • Il Sole 24 ore incorona Rimini come capitale dell’italian lifestyle

  • Notte brava con trans e cocaina, pizzaiolo rapinato dopo il festino

  • Investimento mortale sulla linea ferroviaria, stop ai treni sulla linea adriatica

Torna su
RiminiToday è in caricamento