Ciclista travolto sulle strisce pedonali muore dopo due settimane di agonia

Il cuore del 69enne ha smesso di battere mentre era ricoverato nel reparto di Rianimazione del "Bufalini" di Cesena

Il cuore di Renato Semprini, 69enne ex albergatore riminese, ha smesso di battere nel reparto di Rianimazione del "Bufalini" di Cesena dove era ricoverato dallo scorso 2 luglio in seguito a un grave incidente. Il decesso è arrivato dopo due settimane di agonia per le lesioni riportate nell'impatto con un'auto mentre, pare in sella alla sua bici, stava attraversando la strada sulle strisce ciclopedonali. Il sinistro si era verificato alla rotatoria tra la via Montescudo e la via Tirso, al Villaggio I Maggio, quando l'ex albergatore era stato centrato in pieno da un veicolo e, dopo essere stato caricato sul cofano, aveva sfondato il parabrezza dell'utilitaria per poi rovinare sull'asfalto. Soccorso dal 118, viste le sue condizioni era stato poi trasportato in eliambulanza nel nosocomio cesenate dove è avvenuto il decesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bagno in mare all'alba, una ragazzina muore annegata

  • Spot choc a danno della Riviera per promuovere la Calabria, rispetto al nord a rischio Covid

  • Suv tira dritto alla rotatoria, mamma e figlio in scooter centrati in pieno

  • Tragedia sulle strade, militare di stanza a Rimini perde la vita con la figlia 13enne

  • Notte Rosa, svelate le anticipazioni sull'edizione 2020

  • Scontro frontale tra due auto, 6 feriti. Mamma e figlia di 5 anni gravi al "Bufalini"

Torna su
RiminiToday è in caricamento