Ennesimo incidente all'incrocio maledetto, il comitato chiede più sicurezza

Nuova carambola all'intersezione tra la Consolare per San Marino e via della Gazzella, La Grotta Rossa che vorrei: "E' già il quarto del 2019"

Foto archivio

L'ennesima carambola all'incrocio "maledetto" tra la Consolare di San Marino e e via della Gazzella, avvenuta nella prima serata di lunedì, scatena le proteste del comitato "La Grotta Rossa che vorrei" che da tempo si sta battendo per la messa in sicurezza dell'intersezione. "Nella nostra pagina Facebook - spiegano - abbiamo documentato 9 incidenti nel 2018  e già 4 nel 2019. Ricordiamo che ogni via di questa zona conta morti e feriti gravi per gli incidenti avvenuti negli anni sulla SSS72. Come associazione abbiamo inviato più petizioni ad Anas, al Prefetto, alla Polizia stradale, al sindaco e agli amministratori, ma nessuno ci ha mai risposto ufficialmente. Solo dalla stampa apprendiamo che sarà installato, in questo incrocio, un Vista Red deterrente per tutti quelli che passano con il rosso, ma non si sa ancora in quali tempi. In ogni caso ci chiediamo se solo questo basterà ad evitare ulteriori incidenti. Chiediamo ai tecnici che mettano in atto anche altri interventi che rendano il semaforo più visibile e quindi l’incrocio più sicuro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • La polizia di Stato si presenta alla festa abusiva nella villa in collina

  • Operaio precipita nel vuoto, a perdere la vita è un riminese

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Non rispetta i limiti d’altezza e fa un disastro nel sottopasso distruggendo il furgone

Torna su
RiminiToday è in caricamento